Migranti, Mediterranea: ritardi in soccorso natanti in difficoltà -2-

Gci/

Roma, 16 mar. (askanews) - "Chiediamo, come cittadini italiani ed europei, alle autorità maltesi, ai responsabili della guardia costiera maltese, ai responsabili dell'agenzia Frontex e al presidente del Parlamento europeo, - affermano le Ong - chiarimenti su questi fatti, che configurerebbero, se confermati, gravissime violazioni del diritto internazionale dei diritti umani nei suoi principi fondamentali. Il dramma collettivo che viviamo in questi giorni, ancora di più dovrebbe ricordarci che non si può disprezzare la vita umana e i diritti che ad essa sono legati. I drammi "altrui", in questo caso, sono quelli di uomini, donne e bambini che fuggono dalle detenzioni e dalle torture in Libia, che muoiono a migliaia in mare, che chiedono solo di poter sopravvivere".