Migranti, Molinari (Lega): assurdo processo a Salvini

Pol/Vlm

Roma, 19 nov. (askanews) - "E' pazzesco che un ministro dell'Interno venga indagato per aver preso decisioni che rientrano pienamente nei propri poteri e aver agito nell'interesse del Paese. Ma se il ministro era Matteo Salvini allora le regole cambiano. Così non va bene. Le regole devono essere uguali per tutti. La nave Open Arms rimase 20 giorni davanti al porto di Lampedusa nonostante il divieto di entrare in acque italiane quando sarebbe potuta attraccare ovunque. E' rimasta lì a sfidare la decisione del governo italiano rifiutando di attraccare sia ad Algericas che a Minorca. Sequestro di persona sì, ma da parte del comandante della Open Arms, non di un ministro che ha agito nel rispetto delle proprie funzioni e nell'interesse del proprio Paese". Lo dichiara il capogruppo alla Camera della Lega, Riccardo Molinari.