Migranti: Msf, 'in un giorno 800 a Lampedusa, molti hanno subito torture e violenze' (2)

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – Ma cosa prova un medico di Msf durante uno sbarco? "E' un mix di sensazioni – dice la dottoressa – nel momento del soccorso la sensazione che comunque prevale è quella della speranza, un senso di contentezza e poi nel corso del tempo si tramuta in tristezza perché ascoltandoli percepiamo le loro storie difficili, piene di dolori".

E ricorda che "ci sono paesi che non sono nella lista di quei paesi che non sono ritenuti sicuri, l'Afghanistan, ad esempio, non era nella lista, fino a poche settimane fa. Il concetto di paese sicuro lascia il tempo che trova".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli