Migranti, nel Paese scioperi della fame contro il razzismo -2-

Pol-Afe

Roma, 11 ago. (askanews) - Uno sciopero della fame per 14 giorni, è stato fatto da Manfred Bergmann, Drummond Alistair Petrie e Mauro Carlo Zanella, di Mani Rosse Antirazziste, un gruppo di cittadini che ogni giovedì pomeriggio, ormai da mesi, si dà appuntamento davanti al Viminale con le mani tinte di rosso per ricordare a tutti "le persone che sono morte e continuano a morire nel Mediterraneo a causa delle politiche europee di chiusura delle frontiere e ora dei porti, in Italia e in Europa".