Migranti, Onu: "Non lasciare Paesi come Italia con responsabilità sproporzionata"

·1 minuto per la lettura

Sui flussi di migranti "sollecito gli Stati membri dell'Ue affinché mostrino solidarietà per garantire che i Paesi in prima linea, come Malta e Italia, non siano lasciati ad assumersi una responsabilità sproporzionata". Si è espressa così l'Alto commissario Onu per i diritti umani, Michelle Bachelet, nelle dichiarazioni diffuse con una nota in occasione della diffusione di un rapporto con la richiesta al governo di unità nazionale libico, all'Unione Europea e ai suoi Stati membri di un cambiamento urgente rispetto alle attuali politiche e pratiche di ricerca e soccorso nel Mediterraneo centrale, che "troppo spesso privano i migranti delle loro vite, della dignità e dei diritti umani fondamentali".

"Fin quando non ci saranno sufficienti canali di migrazione sicuri, accessibili e regolari, le persone - ha detto Bachelet - continueranno a cercare di attraversare il Mediterraneo centrale, a prescindere dai rischi o dalle conseguenze".