Migranti, Oxfam: a 4 anni da accordo Ue-Turchia 40mila soffrono

Dmo/Red

Roma, 18 mar. (askanews) - Le ultime decisioni assunte da Ue e Turchia, non faranno che aggravare ulteriormente quella che è in questo momento a tutti gli effetti la peggior catastrofe umanitaria in Europa. E' l'allarme lanciato oggi da Oxfam e Greek Council for Refugees (GCR) con un nuovo rapporto, che a quattro anni esatti dal vergognoso accordo tra Ue e Turchia, ne denuncia l'impatto umanitario devastante sul destino di decine di migliaia di uomini, donne e bambini, in fuga da guerra e persecuzioni, in paesi come la Siria, l'Afghanistan o l'Iraq.

Basti pensare che ad oggi oltre 40 mila richiedenti asilo sono intrappolati in condizioni disumane nei cinque campi profughi allestiti dalla Ue nelle isole greche. Un numero sei volte superiore alle effettive capacità di accoglienza delle strutture.(Segue)