Migranti, padre Zanotelli: "Digiuno contro razzismo di Stato"

webinfo@adnkronos.com

Digiuno di giustizia in solidarietà con i migranti. Padre Alex Zanotelli invita credenti e laici a fare fronte comune. "Dopo tre mesi - scrive il missionario pacifista - non vediamo segnali forti di discontinuità con le politiche migratorie del precedente governo. Infatti, il Pd aveva promesso di azzerare i due decreti sicurezza. Purtroppo dopo tre mesi, non vediamo segnali forti di discontinuità". Da qui l'appello a riprendere le giornate di digiuno. 

"Per un anno intero - scrive Zanotelli - abbiamo digiunato ogni primo mercoledì del mese davanti al Parlamento, contro i decreti sicurezza di Salvini e contro la sua politica dei porti chiusi. Quando lo scorso agosto cadde il governo gialloverde, abbiamo pensato di sospendere il digiuno per vedere se il nuovo governo giallorosso desse segni di discontinuità con le politiche migratorie del precedente governo. Infatti il Pd aveva promesso di azzerare i due decreti sicurezza. Purtroppo dopo tre mesi, non vediamo segnali forti di discontinuità con le politiche migratorie del precedente governo. Anzi, i segnali che ci vengono dal governo sono a dire poco ambigui. Il nuovo ministro degli Interni Lamorgese è stato disponibile a un incontro con le Ong salva-vite, ma finora le navi con i migranti a bordo hanno dovuto aspettare oltre una settimana, prima che fosse loro assegnato un porto, come è successo alla Ocean Viking e alla Alan Kurdi. Per i decreti sicurezza, il Pd, a parole, vuole abrogarli, mentre i Cinque Stelle sono spaccati. Eppure è una legge non costituzionale e immorale, perché sancisce che salvare vite umane in mare è reato! Siamo davanti a un vero e proprio razzismo di Stato". 

Zanotelli denuncia come sia "ancora più ambigua la posizione del Governo sul Memorandum Italia-Libia, stipulato nel 2017 da Minniti e Gentiloni (PD), un accordo che ha prodotto così tanti disastri umani in Libia e nel Mediterraneo. L’Onu ha dichiarato questa intesa 'disumana'. Chi ha firmato quegli accordi si dovrebbe vergognare di non averli mai portati in Parlamento e di volerli rinnovare. Purtroppo anche il nuovo ministro degli Interni Lamorgese ha confermato l’importanza per l’Italia del Memorandum con la Libia!". 

Davanti a questo scenario, dice Zanotelli, "ritengo che sia importante riprendere il 'Digiuno di Giustizia in solidarietà con i migranti' una volta al mese davanti al Parlamento per spingere il governo ad abolire sia i decreti sicurezza che il memorandum perché oggi la Libia è un paese in guerra civile e dove non ci sono 'porti sicuri'. Dobbiamo decidere insieme se ripartire e farlo con nuova energia e anche con nuove adesioni, soprattutto da parte dei missionari e missionarie operanti in Italia (digiunodigiustizia@hotmail.com). Se decidiamo insieme di ripartire, proporrei come data il 3 dicembre, primo mercoledì del mese". 

  • Trovato morto dopo sei mesi, i genitori: “Pensavamo fosse in Francia”
    Notizie
    notizie.it

    Trovato morto dopo sei mesi, i genitori: “Pensavamo fosse in Francia”

    Patrizio Gioielli è stato trovato morto dopo sei mesi: i genitori erano convinti che si trovasse in Francia per lavoro.

  • Ilaria Capua: “Il coronavirus è uscito dalla giungla, bisogna essere cauti”
    Notizie
    notizie.it

    Ilaria Capua: “Il coronavirus è uscito dalla giungla, bisogna essere cauti”

    Parole ambivalenti quelle di Ilaria Capua: "Il coronavirus è uscito dalla giungla". Non conoscendo la malattia, però, occorre restare cauti.

  • Mascherine, azienda BLS: estranei a rincari, doniamo a Codogno
    Notizie
    Askanews

    Mascherine, azienda BLS: estranei a rincari, doniamo a Codogno

    "Nostri prezzi invariati". 1000 mascherine per la città lombarda

  • Clima: chi è Naomi Seibt, l'anti-Greta dei negazionisti del cambiamento climatico
    Notizie
    Adnkronos

    Clima: chi è Naomi Seibt, l'anti-Greta dei negazionisti del cambiamento climatico

    di Cristiano Camera - Adesso la chiamano “l'anti-Greta” o addirittura “l'antidoto Greta”. Naomi Seibt fino a due settimane era praticamente sconosciuta al grande pubblico. Fino a quando la diciannovenne tedesca è stata reclutata dall'istituto Heartland, un think tank americano che difende le posizioni “climatosceptic”, così come le politiche ambientali ed economiche del governo Trump, per assurgere al ruolo di testimonial dei negazionisti del cambiamento climatico.  Solamente tre anni più grande della Thunberg, Naomi Seibt pubblica video conservatori su Youtube che stanno avendo un'intensa copertura mediatica, con decine di articoli pubblicati dalla stampa di tutto il mondo, laddove all'inizio di febbraio il suo canale si concentrava ben poco su temi di interesse ambientale. Piuttosto, ad interessarla era la possibilità che la Germania “diventi una dittatura comunista”, il fenomeno degli immigrati e l'emergenza profughi, la “libertà d'espressione”, la “possibilità di essere forti senza dover essere necessariamente femministe”, l'orgoglio di essere tedeschi, lo stato sociale: insomma, gli argomenti della destra tedesca, con posizioni spesso vicine a quelle dell'Alternativ für Deutschland ("Alternativa per la Germania"), con cui tuttavia la Seibt nega qualsiasi vicinanza. Dal canto suo, l'Istituto Heartland non fa segreto dell'intenzione di rendere Naomi "l'anti-Greta", annunciando la partecipazione della youtuber alla prossima Conferenza di azione politica conservatrice (CPAC) organizzata dalla destra americana, dove terrà un discorso sull'allarmismo climatico, “per fornire un messaggio realistico sui cambiamenti climatici contro il catastrofismo sterile”, ha affermato il think tank in una nota.  E anche se il titolo di “anti-Greta” non le piace, attribuendolo alla “manipolazione dei media”, Naomi è in netta antitesi con la parole pronunciate da Greta al Forum di Davos: il suo “voglio che non abbiate paura e che invece pensiate” fa da contraltare alla frase della collega svedese “voglio che abbiate paura e che poi facciate qualcosa”. E, a proposito della Thunberg, afferma che “dà molto fastidio vedere come questa povera ragazza venga strumentalizzata”, aggiungendo di non avercela con lei, in quanto “giovane e innocente. Io credo che sia anche intelligente – dice -. E' solo preparata male”.

  • Meme di Hitler contro il capo, licenziato e poi reintegrato
    Notizie
    Yahoo Notizie

    Meme di Hitler contro il capo, licenziato e poi reintegrato

    È successo a un operaio della raffineria di petrolio BP, nell'Australia occidentale

  • Wanda Nara spia Icardi e i figli con le telecamere
    Notizie
    Yahoo Notizie

    Wanda Nara spia Icardi e i figli con le telecamere

    L'opinionista del Grande Fratello Vip si confessa in un'intervista al settimanale Oggi: "Li seguo persino durante la trasmissione..."

  • Avete visto Manuela, la moglie di Nicola Savino? La foto
    Notizie
    notizie.it

    Avete visto Manuela, la moglie di Nicola Savino? La foto

    Avete mai visto la moglie di Nicola Savino? Si chiama Manuela ed è una nota costumista del piccolo schermo

  • Trono Over, Marco Firpo torna a Uomini e Donne?
    Notizie
    notizie.it

    Trono Over, Marco Firpo torna a Uomini e Donne?

    A sorpresa Marco Firpo ha fatto un'inaspettata dichiarazione a Gemma Galgani, e c'è chi ipotizza un suo ritorno a Uomini e Donne.

  • Ornella Muti, grave lutto per l'attrice: morto il genero
    Notizie
    Yahoo Notizie

    Ornella Muti, grave lutto per l'attrice: morto il genero

    Il doloroso annuncio è stato dato dalla figlia 36enne dell'attrice, Carolina Fachinetti. Un post molto toccante per ricordare Andrea Longhi.

  • Ravioli cinesi ritirati dal commercio per frammenti di plastica
    Notizie
    notizie.it

    Ravioli cinesi ritirati dal commercio per frammenti di plastica

    Il Ministero della Salute ha diffuso l'allerta: si tratta di ravioli cinesi ritirati dal commercio per la presenza di plastica.

  • Giulia De Lellis e Andrea Iannone in crisi: l’indiscrezione
    Notizie
    notizie.it

    Giulia De Lellis e Andrea Iannone in crisi: l’indiscrezione

    Cosa sta succedendo nella vita sentimentale di Giulia De Lellis? Novità scioccanti parlano di una presunta crisi tra l'influencer e Andrea Iannone

  • Tesla Model 3, potenza e coppia reali misurate da InsideEVs
    Notizie
    motor1

    Tesla Model 3, potenza e coppia reali misurate da InsideEVs

    Ecco quanti CV e quanti Nm erogano davvero le Model 3 Performance e Standard Plus

  • GF VIP, Fabio Testi stufo degli scherzi notturni: “Basta”
    Notizie
    notizie.it

    GF VIP, Fabio Testi stufo degli scherzi notturni: “Basta”

    Fabio Testi sembra piuttosto provato dalla permanenza nella Casa del Gf Vip 4, soprattutto per via degli scherzi notturni dei suoi compagni

  • Il bilancio del coronavirus è di 17 morti e 45 guariti. Isolato il ceppo italiano
    Notizie
    AGI

    Il bilancio del coronavirus è di 17 morti e 45 guariti. Isolato il ceppo italiano

    Sono 650 le persone positive al Coronavirus in Italia. Lo ha detto il capo della Protezione civile, Angelo Borrelli, facendo il punto sull'emergenza. "Iniziamo da una buona notizia che arriva dalla Lombardia: ci sono 3 guariti, con un totale in regione di 40 persone. In totale, con i 2 della Sicilia e i 3 del Lazio, in Italia i guariti sono 45", ha detto inoltre Borrelli. "Il numero dei deceduti: dalla Lombardia tre decessi di persone ultra ottantenni, due di 88 e una di 82. Persone con quadro clinico delicato e importante", ha poi aggiunto. In totale, sono 17 i morti, 650 casi positivi e 45 guariti.Lo Spallanzani annuncia: daremo notizie solo di decessi e pazienti in rianimazione.Gli esperti: gli errori di comunicazione hanno alimentato panico e psicosi.Isolato il ceppo italiano dai ricercatori dell'ospedale Sacco di Milano."Stiamo per introdurre con i provvedimenti che a breve verranno approvati misure che servano a calmierare i prezzi di beni come mascherine e disinfettanti. Il tema vero è quando servono le mascherine perché non sempre c'è esigenza". Lo ha detto il ministro degli Esteri Luigi Di Maio parlando alla stampa estera di Roma. Poi ha aggiunto: "Condanniamo tutte le speculazioni, in particolare economiche, che qualche sciacallo sta facendo sulle mascherine, saranno puniti". Sulla stessa linea Giuseppe Ippolito, direttore scientifico dell'ospedale Spallanzani: "Ad ora non c'è motivo per una corsa alle mascherine". I casi, negli ultimi giorni, si sono moltiplicati, così come le operazioni volte a sequestrare e identificare gli autori di queste azioni disoneste. Cinque mascherine "per protezione da coronavirus" sono state vendute a oltre 5 mila euro su Ebay insieme a kit igenizzanti, guanti, occhiali e perfino un integratore che "combatte" il virus rafforzando le difese immunitarie. La Guardia di Finanza di Torino ha indagato venti persone ed eseguito sei perquisizioni in tutta Italia.Nel pomeriggio di mercoledì, a Roma, i Carabinieri del Comando di piazza Venezia hanno sanzionato un venditore irregolare, cittadino del Bangladesh di 49 anni, che stava proponendo in vendita ai passanti di via IV Novembre non rose, ne' ombrelli, ma mascherine sanitarie monouso.Sono salite a 745 le mascherine sequestrate e a 4 gli ordini di allontanamento emessi dai Nuclei Tutela Trasporto Pubblico e Antiabusivismo della Polizia locale di Milano che sono intervenuti per contrastare la vendita abusiva di presidi sanitari non conformi.

  • Alvaro Morata e Alice Campello aspettano il terzo figlio
    Notizie
    Yahoo Notizie

    Alvaro Morata e Alice Campello aspettano il terzo figlio

    L'attaccante dell'Atletico Madrid e l'influencer veneta sono già genitori dei gemelli Alessandro e Leonardo. Ora l'annuncio su Instagram: "Presto in 5"

  • Bimbo abbandonato a Roma: fermata la madre in fuga per la Germania
    Notizie
    notizie.it

    Bimbo abbandonato a Roma: fermata la madre in fuga per la Germania

    Un bimbo di un anno è stata abbandonato a Roma: la madre incappucciata è scappata verso al Germania, ma è stata arrestata a Bologna.

  • Notizie
    AGI

    I furbetti (mica tanto) del reddito ora prendono a botte gli addetti del Caf

    Prima e poi vengono scoperti, ma non demordono. I furbetti del reddito di cittadinanza continuano a provarci e continuano ad essere scovati in giro per l'Italia. Una ventina gli ultimi beccati oggi con le mani nel sussidio. Uno è stato anche arrestato per estorsione e per le botte assestate all'addetto del Caf. E successo in provincia Catania: un 35enne è finito in manette dopo avere minacciato il dipendente che aveva seguito la sua pratica per il reddito di cittadinanza, poi concesso, per farsi dare i soldi che gli servivano ad aiutare un amico da poco scarcerato e in difficoltà economiche.Due mesi dopo l'uomo si è ripresentato e ha accusato la vittima di avergli fatto sospendere il beneficio. Mentre l'addetto del centro di assistenza fiscale controllava al computer lo stato della pratica, lo ha colpito violentemente con un pugno al volto, facendolo cadere a terra. Nei giorni successivi una nuova richiesta di pizzo, tramite Whatsapp. La vittima ha avvertito i carabinieri e l'aggressore, che aveva appena intascato 500 euro, è stato ammanettato. L'accusa è di estorsione continuata. Andando in Puglia, a Manfredonia, La Guardia di finanza ha scoperto 16 truffatori: incassavano il reddito di cittadinanza, ma lavoravano in nero, oppure con regolare assunzione con un salario fino a 1.800 euro al mese. L'intervento dei finanzieri ha evitato che l'Inps continuasse ad erogare la misura di sostegno al reddito per ulteriori 102 mila euro, che si sarebbero aggiunti ai 55 mila euro circa già versati. Gli indagati rischiano la reclusione da due a sei anni per dichiarazioni o documenti falsi, da uno a tre anni, per non aver comunicato all'Inps variazioni del reddito.Anche le fiamme gialle della Tenenza di Carini hanno incastrato un altro che ci ha provato. Uno dei requisiti necessari per i richiedenti è di essere residenti nel Paese da almeno due anni. È risultato, invece, che un 29enne, pur essendo formalmente residente all'estero sino al 15 ottobre del 2018, ha dichiarato falsamente nella propria domanda di risiedere nel comune di Carini da più di due anni. Il giovane ha percepito senza averne diritto 4 mila euro. Bloccato il beneficio.

  • Notizie
    AGI

    Possibile che mezzo mondo sia passato per Codogno?

    Dalla Puglia al Veneto, dalla Liguria alla Toscana alla Germania. Sembra che tutti passino da Codogno e che la cittadina lodigiana di 16 mila abitanti sia diventata il crocevia del mondo. Ma è davvero così e quali potrebbero essere le ragioni che l'hanno fatta diventare il focolaio dei focolai del coronavirus con 110 contagiati, ultimo dato di Regione Lombardia? La vocazione di CodognoUna vocazione agli scambi sociali e di lavoro i codognini ce l'hanno sempre avuta se pensiamo che il primo ricordo per ogni bambino di ieri e di oggi è la Fiera Autunnale del Bestiame che si svolge tutti gli anni nel mese di novembre. Un'esposizione di bovini, suini, trattori e tecnologia al servizio degli allevamenti che si tiene dal 1791, in quello che, si legge nel sito della manifestazione, fu il secolo d'oro del fervore economico quando il nome del paese “era conosciuto in tutta Europa attraverso l'ingegno e l'efficienza mercanti coraggiosi”.Nello spazio di 45 mila metri quadrati si riuniscono circa 200 imprenditori da tutte le aree agricole del Paese (nessuno dall'estero) e rappresentanti delle principali associazioni di categoria, in quello che è considerato un appuntamento imperdibile per chi lavora nel settore. Codogno fa parte di un distretto, quello lodigiano, in cui vengono allevati 450.000 suini da ingrasso, 44.000 scrofe, 100.000 bovini controllati con una media di 9.000 chili all'anno di latte prodotto per capo. Da due anni, poi, con grande successo di pubblico e su impulso anche di Slow Food, il viatico della Fiera è la Mostra del Cotogno per promuovere le specialità gastronomiche del Basso Lodigiano, tra cui la gustosa mela il cui albero è simbolo della cittadina. Una fonte spiega all'AGI che i lavori di rinnovo della Fiera, per i quali Regione e Fondazione Cariplo hanno stanziato 2 milioni, sono al momento bloccati.Il dna di Codogno è anche in una delle sue eccellenze scolastiche, l'Istituto Tecnico Agrario ‘Tosi', dove vengono a studiare da diverse regioni. Uno dei suoi studenti è risultato nei giorni scorsi positivo al virus in Valtellina dove si era spostato nei giorni della paura. Snodo ferroviarioDel suo essere terra di confine tra Lombardia e l'Emilia, i codognesi hanno la laboriosità senza sosta dei lombardi e la giovialità spiccata degli emiliani. Ma anche la fortuna di essere uno snodo ferroviario e stradale sulle direttrici Milano-Bologna, Cremona-Mantova e per Pavia. Insomma, muoversi da e per Codogno è abbastanza agevole, circostanza che porta a un flusso di persone in entrata e in uscita e a un migliaio di pendolari al giorno che transitano da qui. A causa dell'emergenza coronavirus, anche le opere di riqualificazione della stazione di Codogno sono al momento in pausa. L'ospedalePer il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, Codogno potrebbe essere assurta a fulcro del contagio perché non sono state adottate delle corrette procedure di prevenzione nell'ospedale civico dove era ricoverato M.Y.M., il ‘paziente uno' di 38 anni ancora ricoverato in gravi condizioni al Policlinico San Matteo di Pavia, dove è stato trasportato dal piccolo presidio sanitario. Sulla questione, la procura di Lodi ha aperto un'indagine per epidemia colposa, al momento a carico di ignoti.L'azienda sanitaria lodigiana si è difesa affermando di avere seguito con scrupolo le linee di prudenza raccomandate dal Ministero. Diversi medici e infermieri sono stati contagiati, molti altri sono barricati da giorni nella struttura, senza ricambio, in una strenua resistenza da molti definita eroica. Codogno è diventata l'emblema dell'emergenza perché qui è stato diagnosticato il primo caso, ma, a ben vedere, il numero di contagi è superiore nella vicina Castiglione d'Adda, di cui è originario M.Y.M. Un triste primato, il suo, più simbolico che reale. Il capro espiatorio Della tesi, portata avanti da giorni nel gruppo Facebook ‘Sei di Codogno se', si fa portatrice anche la consigliera regionale di Italia Viva, Patrizia Baffi, originaria della cittadina. “Oggi che ci siamo resi conto che questo virus è così facilmente trasmissibile - dice all'AGI - e lo è anche da pazienti asintotomatici, possiamo ipotizzare che i due turisti cinesi ricoverati allo Spallanzani possano avere dato inizio all contagio. E' solo una domanda, ma perché nessuno se la pone? La verità è che non è che Codogno è al centro del mondo, ma sta pagando per tutti. Probabilmente anche quelle due persone, senza nessuna colpa, possano avere contagiato e tutto dunque non sarebbe partito da qua. Codogno non ha nessuna colpa”.“Ci prendono in giro - commenta uno dei partecipanti al gruppo social che raccoglie gli sfoghi di chi abita a Codogno - ci tengono nascosti i contagiati di Roma e Milano perché mica le puoi paralizzare sennò l'Italia affonda. Meglio isolare la povera Codogno che un intero Paese”. C'è rabbia anche contro i media che sottolineano come gli infetti siano “transitati” da Codogno. “Chiamiamolo Codogno virus”, è l'amaro gioco di parole sullo stigma affiliato al piccolo comune. Se si fossero fatti i tamponi a tutti in Italia, è opinione comune, si sarebbe scoperto che non è Codogno in cima alla classifica. La sua ‘sfortuna' sarebbe stata solo la tempistica della prima diagnosi. I legami con la Cina Una volta appurato coi tamponi che il presunto paziente zero, vicino di casa e amico d'infanzia di M.Y.M, non lo era, sebbene fosse stato in Cina, è difficile trovare dei legami tra questo territorio e l'Oriente. C'è il paradosso di Mta, azienda specializzata in elettronica, che ha una fabbrica aperta a Shangai, ma la casa madre di Codogno è chiusa. Nessuno dei sui 600 dipendenti è stato contagiato, perciò è escluso che un possibile principio di contagio arrivi da qui. Sullo sfondo e al momento solo come ipotesi di scuola, c'è poi la pista dei centri massaggi cinesi, molto gettonata sui social, ma, per ora, non si hanno notizie di lavoratori risultati positivi.E finché non si troverà l'origine di tutto, Codogno resterà l'ombelico del virus che ha fatto indossare una mascherina a mezza 'Italia dove l'unica risposta che piace ai codognini è quella contenuta in una lettera semiseria scritta pubblicata sul sito del Comune al Covid -19: "Vorrei chiederti come mai proprio Codogno? Tu lo sai che la gente di quei posti è temprata dalla nascita? Guarda che noi abbiamo la nebbia, il ghiaccio, il Po che fabbrica zanzare, allevamenti a non finire e spesso quello che chiamiamo profumo di campi è l'odore del letame usato per concimare! Dammi retta, procurati degli squisiti biscotti di Codogno e della cotognata e torna da dove sei venuto perché qui la gente è piuttosto cazzuta»

  • Paolo Bonolis e Luca Laurenti hanno litigato? La smentita
    Notizie
    notizie.it

    Paolo Bonolis e Luca Laurenti hanno litigato? La smentita

    Da giorni circola la voce su una presunta lite tra Paolo Bonolis e Luca Laurenti: la voce è stata smentita da una fonte vicina ai due.

  • Notizie
    Askanews

    Ca' Foscari: dottoranda scopre spada risalente a 5.000 anni fa

    Nel monastero armeno dell'isola di San Lazzaro

  • Nasce in Sicilia Centro di eccellenza per i beni culturali marini
    Notizie
    Askanews

    Nasce in Sicilia Centro di eccellenza per i beni culturali marini

    Musumeci: la sede a Palermo, nei locali del complesso Roosevelt

  • Chi è Gabriella Carlucci: tutto sulla sorella di Milly
    Notizie
    DonneMagazine

    Chi è Gabriella Carlucci: tutto sulla sorella di Milly

    Chi è Gabriella Carlucci: biografia, la carriera in televisione e nella politica e i dettagli sulla vita privata della conduttrice e politica.

  • Intercettazioni, rivolta M5S contro comunicazione dopo tensioni col Pd
    Notizie
    Adnkronos

    Intercettazioni, rivolta M5S contro comunicazione dopo tensioni col Pd

    di Antonio Atte - Rischiava di diventare una polveriera, il decreto intercettazioni, e alla fine ci è voluto un lungo lavoro di ricucitura nella notte tra le diplomazie di M5S e Pd per archiviare l''incidente'. Il caso scoppia ieri sera alla Camera, quando la deputata grillina Elisa Scutellà prende la parola in dichiarazione di voto per annunciare il sì del suo gruppo al provvedimento sulle intercettazioni. Un duro discorso, quello della parlamentare, dove vengono 'rispolverate' le intercettazioni di Salvatore Buzzi tratte dall'inchiesta 'Mafia Capitale'. Parole che alle orecchie di Pd e Italia Viva devono essere suonate come una provocazione. Al termine della seduta la tensione è palpabile. "Ma come, tra tutte le intercettazioni vai a citare proprio quelle che riguardano una persona identificata dai nostri avversari come uno del Pd? Così non si fa", si sfoga in Transatlantico il dem Franco Vazio. Ma l'irritazione è forte anche tra i 5 Stelle. Nel mirino c'è la scelta della comunicazione di cavalcare una battaglia del passato che ha avuto come effetto quello di mandare su tutte le furie gli alleati di governo, in un momento in cui, tra l'altro, entra nel vivo il confronto tra M5S e Pd per le alleanze alle regionali (ieri c'è stato l'incontro tra il capo politico del Movimento Vito Crimi e il vicesegretario dem Andrea Orlando).  Fonti parlamentari 5 Stelle riferiscono all'Adnkronos di "contatti diretti del direttivo M5S con il Pd, sostanzialmente per scusarsi". C'è chi parla anche di verifiche interne per risalire all'origine del "cortocircuito" che ha partorito il discorso della discordia. Lunedi è in programma una riunione tra i capigruppo delle Commissioni parlamentari con i responsabili della comunicazione e il 'facilitatore' Emilio Carelli. Da tempo gli eletti alla Camera chiedono una svolta dal punto di vista comunicativo. E l'episodio di ieri sera viene considerato da molti la classica goccia che ha fatto traboccare il vaso.

  • Cosa fare a Milano la sera da soli e in coppia: i consigli
    Notizie
    notizie.it

    Cosa fare a Milano la sera da soli e in coppia: i consigli

    Alcuni consigli su cosa fare a Milano la sera da soli o in compagnia della propria dolce metà.

  • Serena Enardu, problema fisico dopo il GF VIP: cos’è successo?
    Notizie
    notizie.it

    Serena Enardu, problema fisico dopo il GF VIP: cos’è successo?

    Serena Enardu ha dichiarato di aver riscontrato un problema fisico: “Mi è venuto nella casa del GF Vip” spiega l’ex tronista sarda