Migranti, Piemonte avvia progetto sperimentale rimpatrio volontario

red/Rus

Roma, 9 ago. (askanews) - "Il tema dell'immigrazione è prioritario per la nostra regione e oggi abbiamo avviato un progetto che ci permetterà di incentivare il rimpatrio dei migranti presenti in Piemonte": sono le parole del presidente della Regione Alberto Cirio, che questa mattina a Torino ha siglato un protocollo insieme al sottosegretario del Ministero agli Interni Nicola Molteni, il capo Dipartimento per Libertà civili e l'Immigrazione Michele di Bari e i Prefetti piemontesi. Il documento sancisce un modello innovativo di intervento a regia regionale, in partenariato con Prefetture, Enti Locali, organizzazioni internazionali ed enti di riferimento del settore. La Regione infatti coordinerà un Tavolo di concertazione territoriale per incentivare i rimpatri volontari dei migranti presenti in Piemonte, attraverso progetti che ne consentano il concreto reinserimento nel tessuto sociale e produttivo dei paesi di origine. Il sostegno economico, infatti, non sarà assegnato al singolo individuo, ma per sostenere l'avvio di una attività lavorativa.

Il Piemonte è la seconda regione, dopo il Friuli Venezia Giulia, a sottoscrivere questo tipo di sperimentazione, che sarà finanziata per il 50% con risorse europee (Fondo Asilo Migrazione e Integrazione - Fami) e per il 50% dal Ministero degli Interni.(Segue)