Migranti, Preioni (Lega): assurd che Piemonte non possa dire stop

Prs
·1 minuto per la lettura

Torino, 30 lug. (askanews) - "E' assurdo che il Piemonte non possa dire stop all'immigrazione clandestina. Abbiamo già fatto la nostra parte. Secondo noi la Regione dovrebbe avere il diritto di essere autonoma rispetto alla scelta se ospitare o meno gli immigrati clandestini. Stiamo uscendo da una pandemia e persone che arrivano sul nostro territorio possono riaccendere nuovi focolai". Così il capogruppo della Lega in Consiglio regionale del Piemonte, Alberto Preioni. "L'ultimo sbarco sembrava una gita in barca e oggi il Governo sta facendo entrare tutti, anche quelli con il barboncino, il cappello, gli occhiali da sole e il telefonino. Di fatto si stanno disapplicando i decreti sicurezza", ha osservato Preioni. Quanto alla questione sanitaria, ha precisato: "Certo non saranno le poche decine di clandestini che ci mandano dal Sud Italia a mettere in crisi la nostra sanità, ma vogliamo ribadire un principio e il rispetto per le regole, come negli altri paesi dove i clandestini non entrano. E poi non ci fidiamo del fatto che nei centri di prima accoglienza vengano fatti adeguati controlli sanitari".