Migranti: Procuratore Trapani, 'non c'erano rapporti professionali tra Porsia e il legale'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Palermo, 27 apr. (Adnkronos) – "Alla data del colloquio, 15 novembre 2017, non vi era alcun rapporto di tipo professionale" tra la giornalista d'inchiesta Nancy Porsia e l'avvocato palermitano Michele Calantropo. A dirlo è il Procuratore facente funzione di Trapani, Maurizio Agnello, parlando delle intercettazioni registrate nell'ambito dell'indagine sulle Ong. E a "dimostrazione" mostra anche il "brogliaccio di ascolto relativo all'unica telefonata intercettata fra la giornalista Porsia e l'avvocato Calantropo. "Solo l'11 dicembre 2017 successivo l'avvocato Calantropo deposita la lista testi nella quale chiede di escutere la Porsia, rigettata dalla Corte all'udienza del 12 febbraio 2018", dice ancora Agnello. Il riferimento è alla richiesta di audizione di Nancy Porsia fatta dall'avvocato Michele Calantropo alla corte d'Assise di Palermo nell'ambito del processo nei confronti di Medhanie Tesfamariam Behre, il presunto trafficante vittima di un errore di persona, ce poi è stato assolto.