Migranti: Radicali, 'basta soldi a guardia costiera libica'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 2 lug. (Adnkronos) – "La sedicente guardia costiera libica ha compiuto una tentata strage con i nostri mezzi navali, il governo deve aprire gli occhi", lo dichiarano in una nota Massimiliano Iervolino, Giulia Crivellini e Igor Boni, segretario, tesoriera e presidente di Radicali Italiani.

"Le immagini della Ong Sea-Watch dimostrano per l'ennesima volta quale sia la natura della cosiddetta guardia costiera libica; immagini che devono fare aprire gli occhi alla politica italiana. Quasi da soli e da sempre affermiamo che il memorandum Italia-Libia deve essere cancellato. Il finanziamento ai clan libici, perchè di questo si tratta, nonché la consegna delle nostre motovedette sono soldi e mezzi che favoriscono azioni violente da parte di bande di criminali. Le immagini documentano un tentato omicidio, una tentata strage ai danni di persone migranti che scappano da povertà e guerre. Il nostro Paese deve cambiare rotta: basta soldi del governo italiano a chi uccide e commette violenze indicibili nei confronti di chi fugge dai campi di concentramento libici", concludono.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli