Migranti, Ronzulli: una rondine non fa primavera, servono fatti

Pol/Vep

Roma, 24 set. (askanews) - "L'accordo sull'immigrazione, annunciato da Conte, fino a quando non si tradurrà concretamente rischia di essere mera propaganda. Una rondine non fa primavera e Forza Italia plauderà al superamento del Trattato di Dublino solo dinanzi ad un risultato concreto che vedremo, tra 15 giorni, al prossimo Consiglio Europeo." Così Licia Ronzulli intervenendo questa mattina ai microfoni di Skytg24.

"Mi auguro - spiega la senatrice - che l'accordo possa andare nella direzione sperata, ma ho il dubbio che l'automatica ridistribuzione dei migranti possa rappresentare un incentivo per tutti coloro che intendono arrivare nel nostro paese e, ovviamente, per gli scafisti che sulle traversate dei disperati vi speculano." E aggiunge: "Ricordo a tutti che Silvio Berlusconi per vent'anni ha dato prova di profonda e arguta diplomazia, grazie alla sua indiscussa capacità di creare alleanze e tessere amicizie con i più importante leader mondiali. Forza Italia ha sempre sostenuto che il Trattato di Dublino andasse modificato, ma ad oggi abbiamo solo riscontrato la resistenza dei paesi europei e l'inadeguatezza di certi leader italiani a rivendicare uno sforzo condiviso da tutti i membri dell'Ue. Staremo a vedere se le buone intenzioni si tradurranno in fatti".