Migranti,Salvini:applausi in Ue a Carola Rackete offesa a Italia

Pol/Vep

Roma, 3 ott. (askanews) - "Non mi sognerei mai di applaudire una comandante che, dopo aver aspettato deliberatamente 15 giorni al largo di Lampedusa, per scaricare a tutti i costi degli immigrati in Italia, ha addirittura speronato una motovedetta della Guardia di Finanza, mettendo a rischio la vita delle donne e degli uomini in divisa. Provo pena, imbarazzo e vergogna per chi ha applaudito Carola Rackete a Bruxelles". Così Matteo Salvini commenta la reazione di alcuni parlamentari europei della Commissione per le libertà civili, la giustizia e gli affari interni.

"L'omaggio alla comandante della SeaWatch3 - incalza l'ex ministro dell'Interno - e' un'offesa all'Italia". "E nessuno - conclude - ha ancora smentito la notizia dei tre presunti torturatori di immigrati caricati da Carola e scaricati nel nostro Paese, cioe' in quell'Europa dove qualcuno batte le mani alle ong".