Migranti: Satta (Upc), 'accordi con Tripoli non funzionano, fallimento Governi precedenti'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 24 apr. (Adnkronos) – Che fine hanno fatto i corridoi umanitari tanto propagandati da Salvini? Se ci fossero i corridoi umanitari la gente non morirebbe in mare, come avvenuto al largo del Libia. Assistiamo a un totale menefreghismo da parte del governo sulle sorti dei migranti che lasciano l’Africa”. Lo afferma il segretario del movimento Unione popolare cristiana (Upc) Antonio Satta. “Tornano i morti in mare -aggiunge- perché gli accordi con Tripoli non funzionano e perché non c’è nessuno che pattuglia il braccio di mare di fronte la Libia. La politica migratoria dei precedenti Governi ha fallito”.