MIgranti, sbarcati a Pozzallo i profughi salvati dalla Ocean Viking

Si sono concluse, a Pozzallo, le operazioni di sbarco dei 295 immigrati dalla nave Ocean Viking dell'ong Sos Mediteranee attraccata stamattina nel porto del Ragusano. I tamponi anti Covid eseguiti sono risultati tutti negativi.

Cinque immigrati sono stati accompagnati in ospedale a Modica perché affetti da traumi e ferite varie. Nel nosocomio sono state condotte anche quattro donne incinte  per  normali controlli medici.

Sono già stati trasferiti i 38 minori non accompagnati in un centro di accoglienza siciliano.

"Ancora una volta Pozzallo - afferma il sindaco Roberto Ammatuna - svolge un'importante operazione umanitaria. Salvare vite umane e accogliere è un dovere etico che deve essere sempre praticato senza incertezza alcuna. Al governo Italiano e all'Europa il compito di affrontare subito la grande questione delle migrazioni. Al ministro dell'Interno, alla prefettura di Ragusa, al questore, alle forze dell'ordine, alle autorità sanitarie, alla protezione civile e alle organizzazioni umanitarie - chiosa il primo cittadino di Pozzallo - ancora una volta, un grazie sentito per l'impegno profuso e per il grande contributo che ha permesso alla macchina dell'accoglienza di funzionare con grande efficienza ed umanità".

L'imbarcazione cercava un porto sicuro dallo scorso 19 maggio, quando in collaborazione con la Federazione internazionale della Croce rossa aveva effettuato quattro operazioni di salvataggio salvando dalle acque del Mediterraneo 296 profughi al largo della Libia e di Malta.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli