Migranti, sbarco in Salento: barca a vela 'scortata' a Leuca

·1 minuto per la lettura

Sbarco di migranti questa mattina a Santa Maria di Leuca in Salento. Intercettati al largo della costa da una motovedetta della Guardia di Finanza i migranti, che viaggiavano a bordo di una barca a vela, sono stati condotti nel porto della località della provincia di Lecce. Si tratta, a quanto apprende l’Adnkronos, di una novantina di persone, di questi una ventina sono minorenni. Ad attenderli, poco dopo le nove, sul molo al loro arrivo oltre alle forze dell’ordine e gli uomini e le donne della Croce Rossa, anche il sindaco di Castrignano del Capo Santo Papa. Sono ora in corso gli accertamenti sulla loro nazionalità.

"Attivati nelle prime ore di questo 29 agosto 2021 per l'arrivo di due imbarcazioni di migranti intercettate dalla #GDF al largo delle coste salentine - scrive su Facebook la Croce Rossa di Lecce - le nostre unità di soccorso agli sbarchi sono in queste ore impegnate in supporto ai medici #Usmaf, al #118 e alle forze dell'ordine per le operazioni di sbarco e accoglienza di oltre 100 migranti egiziani, afghani, kirghisi, siriani, iraniani e yemeniti. A bordo anche minori non accompagnati".

Sono centoquindici in totale i migranti sbarcati questa mattina a Santa Maria di Leuca in Salento. Il gruppo più numeroso è quello arrivato in barca a vela. Tra i migranti di diverse nazionalità, tra i quali una donna e diversi minori, ci sono anche 21 afghani. Sbarchi che sulla costa salentina si sono susseguiti per tutta l’estate: nel solo porto di Leuca sono una quindicina le barche a vela usate nelle traversate dai migranti ormeggiate al molo e finite sotto sequestro.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli