Migranti, Shaurli (Pd): Cpr in Regione FVG bufala di fine anno

Fdm

Trieste, 30 dic. (askanews) - "L'offerta di ospitare almeno 5 Centro di permanenza per i rimpatri in regione è la bufala con cui il centrodestra chiude un anno di chiacchiere, propaganda e fake news. E c'è da auspicare che nessuno a Roma ascolti questi incoscienti, intanto perché con i Cpr in regione avremo più migranti non meno. È come chiedere, con felicità, di ospitare altri 4 carceri, lasciando tutto il resto come sta". Lo afferma il segretario regionale Pd Fvg, Cristiano Shaurli, commentando la disponibilità manifestata dai sindaci dei capoluoghi della regione a ospitare ognuno un Cpr, a seguito di quanto dichiarato dall'assessore regionale alla Sicurezza Pierpaolo Roberti.

"La destra fa finta di non sapere - spiega Shaurli - che i Cpr non servirebbero a ospitare i migranti in arrivo dalla rotta balcanica, che seguono il loro iter di identificazione e accoglienza. Raccontano balle, quando vogliono far credere che con i Cpr ci sarebbero meno migranti per le strade. È vero il contrario: con i Cpr arriverebbero qui da tutta Italia i migranti che devono essere espulsi per vari motivi, e tra di loro potrebbero esserci anche persone potenzialmente pericolose". "Salvini è stato Ministro dal 1° giugno 2018 al 5 settembre 2019 e - ricorda Shaurli - già il 26 giugno 2018 Fedriga chiedeva 'Più CPR in regione'. Ovviamente alla propaganda è seguito più di un anno di nulla: perché? Fedriga lo ha mai chiesto al suo ministro? Magari assieme alla richiesta di chiudere il CARA di Gradisca, come aveva promesso. Come sempre siamo a chiacchiere e distintivo". Per il segretario dem "bisogna piuttosto chiedere mirati smistamento in altre regioni di una quota di migranti, soprattutto ora che gli arrivi via mare sono crollati, a differenza degli arrivi via terra, aumentati di duemila unità nell'indifferenza di Salvini stesso, perché meno spettacolari".