Migranti, Toti: sbarco selettivo non è soluzione di lungo periodo

featured 1667949
featured 1667949

Genova, 8 nov. (askanews) – “Ritengo che lo sbarco selettivo dei migranti non sia una soluzione di lungo periodo, ma un segnale all’Europa che qualcosa deve cambiare: se tutti ci facciamo carico degli stessi oneri, evidentemente sarà più facile risolvere il problema”. Lo ha detto il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti, parlando con i giornalisti a margine di un convegno della Cgil.

“Credo – ha ribadito il governatore ligure – che sia un segnale più che una soluzione. Spero possa essere l’inizio di un dialogo perché il vero problema è la suddivisione dei migranti tra i vari Paesi dell’Ue e la solidarietà che tutti devono avere nei confronti della frontiera più esposta, che al momento è l’Italia.

In altri momenti la stessa Ue ha avuto risposte ben più solidali per le frontiere più esposte dei Paesi dell’Est quando il flusso proveniva dalla Turchia dai Balcani”.

“È chiaro – ha concluso Toti – che Ventimiglia è la fine di un percorso: è chiaro che meno sbarcano a Pozzallo, a Siracusa e a Catania, meno arrivano a Ventimiglia. Difficile risolvere il tema di Ventimiglia senza risolvere un flusso che arriva da altre parti”.