Migranti: Tribunale ministri, 'ecco lo scambio di lettere tra Salvini e Conte su Open Arms'

Migranti: Tribunale ministri, 'ecco lo scambio di lettere tra Salvini e Conte su Open Arms'

Palermo, 4 feb. (Adnkronos) – (Ripetizione da altra categoria)

Tra il 14 e il 17 agosto 2019, mentre la nave Open Arms con a bordo oltre 160 migranti tra cui numerosi minori non accompagnati, aspettava l'assegnazione di un porto di sbarco, c'è stato un fitto scambio di corrispondenza via mail tra l'allora ministro dell'Interno Matteo Salvini e il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte. E' quanto emerge dalla richiesta di autorizzazione a procedere per il leader della Lega per sequestro di persona avanzata dal Tribunale dei ministri di cui è in possesso l''Adnkronos.

"Il 15 agosto il ministro Salvini sottoscriveva una nota di risposta ad una precedente missiva del 14.8.2019 del Presidente del Consiglio dei Ministri, Giuseppe Conte, con cui lo si era invitato “ad adottare con urgenza i necessari provvedimenti per assicurare assistenza e tutela ai minori presenti sull’imbarcazione” – scrivono le tre giudici nel provvedimento di 110 pagine – con tale nota respingeva ogni responsabilità al riguardo, evidenziando che i minori a bordo della nave spagnola dovevano ritenersi soggetti alla giurisdizione dello Stato di bandiera anche con riferimento alla tutela dei loro diritti umani".

"Che, inoltre, non vi erano evidenze per escludere che gli stessi viaggiassero accompagnati da adulti che ne avevano la responsabilità, comunque ricadente sul comandante della nave – si legge ancora nella richiesta di autorizzazione a procedere – che, infine, aveva già dato mandato all’Avvocatura Generale dello Stato per impugnare il decreto di sospensiva del Presidente del Tar del Lazio, che di fatto aveva rimosso ogni ostacolo all’ingresso della nave in acque territoriali".