Migranti: Tribunale ministri, 'su Open Arms non c'erano condizioni di pericolo né armi'

Migranti: Tribunale ministri, 'su Open Arms non c'erano condizioni di pericolo né armi'

Palermo, 4 feb. (Adnkronos) – "Non risultano utilmente invocabili generiche e non comprovate ragioni di tutela della sicurezza pubblica" sulla nave Open Arms con a bordo 163 persone salvate in tre diversi soccorsi nell'agosto 2019. "Nonostante gli accessi a bordo di autorità italiane, infatti, nessuna di esse ha mai evidenziato alcun indizio di peculiari e concrete condizioni oggettive (come, ad esempio, la presenza di esplosivi o armi a spiccata potenzialità offensiva) o soggettive di pericolo conseguente allo sbarco sul territorio italiano delle persone a bordo", scrivono come apprende l'Adnkronos le tre giudici del Tribunale dei ministri di Palermo nella richiesta di autorizzazione a procedere per Matteo Salvini accusato di sequestro di persona e rifiuto di atti di ufficio.

"Pericolo, che, come confermato dal prefetto Garroni e dal questore di Agrigento Iraci, nel caso di specie si è poi rivelato, nei fatti, del tutto insussistente", dicono.