Migranti, von Der Leyen: chi mette alla prova unità Ue sarà deluso

Bea

Roma, 3 mar. (askanews) - "Chi cerca di mettere alla prova l'unità europea resterà deluso". Lo ha detto la presidente della commissione Ue Ursula von der Leyen, in visita al confine greco-turco insieme al presidente del consiglio Ue Charles Michel, al presidente dell'Europarlamento David Sassoli, al premier greco Kiriakos Mitsotakis e a quello croato, presidente di turno della Ue, Andrej Plenkovic. "Le preoccupazioni greche sono le nostre preoccupazioni, il confine non è solo greco ma anche europeo" ha detto Von der Leyen, che ha visitato il confine dove si accalcano decine di migliaia di migranti che la Turchia ha detto di non voler più tenere nel suo territorio.

"Possiamo fornire alla Grecia un'assistenza finanziaria di 700 milioni di cui 350 immediatamente disponibili e 350 con emendamenti al bilancio destinati all'assistenza alle migrazioni" ha detto Von der Leyen. Inoltre "a seguito della richiesta greca Frontex si sta preparando a schierare una squadra di intervento rapido al confine, con una imbarcazione offshore sei imbarcazioni di pattuglia, due elicotteri, un aereo tre veicoli dotati di termovisione, 100 guardie di frontiere che si aggiugono alle 530 già schierate" ai confini terrestri e marini della Grecia.

"La Turchia non è un nemico e le persone non sono solo mezzi per raggiungere uno scopo" ha detto la presidente della commissione esprimendo la sua "compassione per i migranti che sono stati attirati con false promesse in una situazione disperata".