Miguel Bosè è negazionista: le sue dichiarazioni scatenano la polemica

·1 minuto per la lettura
miguel bosè negazionista
miguel bosè negazionista

Miguel Bosè ha rilasciato una strana intervista a La Sexta, canale del gruppo Mediaset spagnolo, in cui si dice convinto negazionista. Non solo, il cantante ha anche sostenuto che sua madre Lucia non sia morta a causa del Coronavirus.

Miguel Bosè negazionista

Negazionista convinto, Miguel Bosè ha rilasciato un’intervista a La Sexta che sta facendo molto discutere. Oltre alle sue posizioni sul Covid-19, il cantante spagnolo ha dichiarato che sua madre Lucia non è morta a causa del Coronavirus. A suo parere, l’attrice è stata sedata dai protocolli sanitari esistenti all’inizio della pandemia, che non vedevano gli anziani come una priorità. Miguel ha tuonato:

“Sono un negazionista e lo dico a testa alta. La verità non è nota perché c’è un piano escogitato in modo che non si sappia. Mia madre? Non è stato il virus a ucciderla, ma qualcos’altro… Se parlassi direi cose molto pericolose per chi doveva curarla”.

Bosè è un negazionista e, come tanti altri, crede che il Covid-19 sia un’invenzione di qualcuno per questioni ancora non chiare. Miguel ha parlato anche della sua giovinezza, quando ha abusato di sostanze stupefacenti. “Sono arrivato a consumare quasi due grammi di cocaina al giorno, oltre a fumare marijuana e a prendere pastiglie“, ha ammesso il cantante spagnolo. Da 7 anni, fortunatamente, non tocca più alcun tipo di droga.