Mike Tyson fuma il veleno del rospo: "Mi ha migliorato"

·1 minuto per la lettura
Mandatory Credit: Joe Camporeale-USA TODAY Sports
Mandatory Credit: Joe Camporeale-USA TODAY Sports

"Sono più creativo, riesco a concentrarmi, sono più presente come uomo d'affari e imprenditore". Lo ha detto Mike Tyson, confessando che deve tutto questo al fatto di aver fumato il veleno del "Bufo alvarius", un anfibio del Messico noto anche come il rospo del deserto di Sonora, tra Stati Uniti sud-occidentali e Messico settentrionale. 

LEGGI ANCHE: Mike Tyson pronto a sfidare Lennox Lewis entro fine anno

"L'ho provato quattro anni fa per sfida e sono come 'morto' durante il mio primo viaggio", ha confessato Tyson al New York Post.Poi ha aggiunto: "Il rospo mi ha insegnato che non sarò qui per sempre, tutti abbiamo una data di scadenza. A quei tempi ero un relitto, il mio avversario più duro ero proprio io e avevo una bassa autostima. Il rospo ti spoglia dell'ego, ti aiuta a raggiungere il massimo potenziale. La gente vede come sono cambiato da allora".

GUARDA ANCHE IL VIDEO: Jamie Foxx, il film su Mike Tyson diventa una miniserie per la tv

L'ex pugile ha raccontato di aver fumato il veleno per ben 53 volte e che gli è capitato di farlo anche tre volte nello stesso giorno. Da quando ha iniziato ha perso 45 kg in tre mesi, ha ripreso a fare boxe e si è rimesso in contatto con la sua famiglia. Ora ha un intero allevamento di anfibi nel suo ranch a Desert Hot Springs, nel sud della California. 

LEGGI ANCHE: I due campioni ultracinquantenni sul ring per beneficenza

GUARDA ANCHE IL VIDEO: Mike Tyson e la marijuana: «Non riesco a smettere»

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli