Milan-Arsenal 0-2: Mkhitaryan e Ramsey, primo round Gunners

L'Arsenal controlla a San Siro e batte il Milan con le reti nel primo tempo di Mkhitaryan e Ramsey: Diavolo chiamato all'impresa a Londra.

Si complica tremendamente il cammino del Milan in Europa League: la squadra di Gattuso crolla in casa sotto i colpi di un Arsenal illuminato dalla classe di Ozil. Finisce 2-0 per i Gunners, in virtù delle reti, entrambe nel primo tempo, di Mkhitaryan e Ramsey.

La partenza del Milan è arrembante ma gli inglesi danno subito l’impressione di poter far male con la tecnica dei palleggiatori scelti da Wenger. E al primo affondo l’Arsenal passa in vantaggio: apertura deliziosa di Ozil per Mkhitaryan, che rientra sul destro e infila Donnarumma, messo fuori causa da una deviazione.



San Siro reagisce con un applauso di incitamento per un Milan che riparte attaccando a testa bassa, incappando però in troppi errori in fase di costruzione. In pieno recupero i Gunners, dopo aver sfiorato il raddoppio ancora con Mkhitaryan (che in contropiede scheggia la traversa), trovano il 2-0 con Ramsey, messo a tu per tu con Donnarumma da un’altra palla magica di Ozil.

Nella ripresa l’Arsenal va subito a un passo dal 3-0 con Welbeck, fermato solo da un’uscita coraggiosa e disperata di Donnarumma. Gattuso decide allora di tentare il tutto, inserendo prima Kalinic e poi André Silva e passando ad un 4-4-2 estremamente offensivo, con Suso e Bonaventura sugli esterni.

Il tentativo di reazione dei rossoneri genera però pochi veri brividi ad un Arsenal che si chiude con ordine. Alla squadra di Gattuso servirà un’autentica impresa a Londra tra sette giorni per restare aggrappata al sogno europeo.

I GOAL

15’ MKHITARYAN 0-1 – L’armeno riceve palla da Ozil al vertice dell’area, converge sul destro e trafigge Donnarumma, complice una deviazione di Bonucci.

45’ (+4’) RAMSEY 0-2 – Verticalizzazione di Ozil per l’inserimento del numero 8, che tutto solo in area mette a sedere Donnarumma e appoggia in rete.

I MIGLIORI

MILAN: DONNARUMMA

Beffato da una deviazione in occasione del primo goal, incolpevole sul raddoppio, evita un passivo ancor più pesante con un paio di interventi preziosi.

ARSENAL: OZIL

E’ il giocatore tecnicamente più forte in campo e si vede: serve due assist poetici e ad ogni tocco di palla sembra poter estrarre la giocata vincente. Fuori categoria.

I PEGGIORI

MILAN: BONAVENTURA

Non la sua miglior serata, perde troppe volte un tempo di gioco finendo col diventare prevedibile.

ARSENAL: WELBECK

Si muove su tutto il fronte d’attacco ma non incide.