Milan: da Suso a Montolivo, mezza squadra in partenza

Come si cambia, canta Fiorella Mannoia. Come si cambia, pensano Leonardo e Maldini. Il Milan, indipendentemente...

Come si cambia, canta Fiorella Mannoia. Come si cambia, pensano Leonardo e Maldini. Il Milan, indipendentemente da come andrà a finire il campionato, con la Champions League ancora alla portata nonostante il deludente pareggio del Tardini contro il Parma, vivrà una profonda ristrutturazione in estate. La rosa a disposizione di Gattuso, in più di un'occasione, non è sembrata all'altezza, ecco spiegata la necessità di cambiare qualcosa. Il Milan manca di soluzioni e soprattutto di leadership in campo, manca di giocatori in grado di far fare il salto di qualità, di trascinare i compagni nei momenti complicati, profili che il club rossonero sta cercando sul mercato.


QUANTE PARTENZE!  - Per un mercato in entrata che sarà molto attivo, che potrebbe regalare colpi soprattutto se arriverà la qualificazione all'Europa che conta, ce n'è uno in uscita. Altrettanto importante. Mezza squadra, forse qualcosa di più, ha la valigia in mano. A partire dal portiere ​Antonio Donnarumma, a gennaio vicino all'Olympiacos e ora a caccia di un club che possa garantirgli una maglia da titolare. In difesa partirà Ivan Strinic, hanno poche chance di restare e rinnovare Cristian Zapata e Ignazio Abate, così come ci sono molti dubbi sul fronte Diego Laxalt, che non ha mai convinto pienamente e potrebbe essere utilizzato come pedina di scambio. A centrorcampo sono certi gli addii di Riccardo, Montolivo, Andrea Bertolacci e José Mauri, per Franck Kessie dipenderà dalle offerte, discorso valido anche per l'attacco e per Suso, fondamentale per Gattuso ma assolutamente sacrificabile per Leonardo e Maldini.