Milan, futuro di Pioli in bilico: centrare l'obiettivo Europa League potrebbe non bastare per essere riconfermato

Niccolò Mariotto

Futuro tutto da scrivere per Stefano Pioli. Il tecnico del ​Milan, subentrato all'esonerato Giampaolo lo scorso ottobre, non sa ancora con certezza che ne sarà di lui in vista della prossima stagione: molto dipenderà dai risultati del campo e dal fatto se i rossoneri riusciranno a centrare la qualificazione alla prossima Europa League.


Con il suo avvento in panchina il Milan ha senza dubbio rialzato la testa dopo una prima parte di stagione davvero deludente ma per garantirsi la conferma in vista della prossima stagione la strada è ancora lunga e soprattutto in salita: il futuro a Milano di Pioli, come detto, è strettamente legato ai risultati del campo, senza qualificazione in Europa League (in campionato o con la vittoria della Coppa Italia) difficilmente verrà riconfermato.


Centrare l'obiettivo Europa League tuttavia potrebbe non bastare a Pioli per garantirsi la riconferma: da settimane infatti si parla con insistenza del possibile sbarco a Milano di Ralf Rangnick in veste di nuovo allenatore del Milan con la dirigenza che non ha mai confermato ma nemmeno smentito queste voci. Riuscire a centrare l'obiettivo richiesto dalla società con l'ombra del tecnico tedesco che incombe su di lui non sarà affatto semplice.


Segui 90min su FacebookInstagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo del Milan e della Serie A!