Milan, il bilancio 2020 risente del Covid: ma Gazidis ha centrato un obiettivo

Omar Abo Arab
·1 minuto per la lettura

L'assemblea degli azionisti, dopo il consiglio di ieri, ha approvato all'unanimità il bilancio del Milan al 30 giugno 2020. Grande, e grave come per tutti, l'impatto sui conti che ha avuto la pandemia di Coronavirus che ha contribuito a far chiudere il bilancio rossonero con una perdita netta di ben 195 milioni di euro (+50 milioni rispetto al 2018/19).

Ivan Gazidis | Paolo Bruno/Getty Images
Ivan Gazidis | Paolo Bruno/Getty Images

Secondo quanto rivelato da calcioefinanza.it l'ultimo esercizio milanista, tenuto conto delle plusvalenze ottenute dalla cessione dei calciatori, ha registrato ricavi per 192 milioni di euro, il 20% in meno rispetto ai 241 milioni del bilancio 2018/19. Il patrimonio netto del gruppo Milan al 30 giugno 2020 era però positivo per 34 milioni di euro, nonostante la diminuzione rispetto agli 83 milioni al 30 giugno 2019. La perdita da 195 milioni è stata compensata parzialmente dai versamenti in conto futuro di aumento di capitale del fondo Elliott per 145 milioni di euro. L'indebitamento netto è 103,9 milioni, 21 in più rispetto agli agli 82,9 del 2019.

Ma dall'approvazione del bilancio non sono arrivate solo brutte notizie, perchè il Milan è riuscito a ridurre il costo del personale: dai 184,8 milioni spesi nel 2018/19 ai 160,9 del 2019/20.

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo del Milan e della Serie A.