Milan, il dopo Donnarumma ha un nome: nuova idea per la porta rossonera?

Omar Abo Arab

Novità su tutti i fronti e in tutti i reparti. Sembra essere questo il futuro prossimo del Milan, che ha avviato l'ennesimo processo di ricostruzione: dirigenziale e di conseguenza tecnico. I rossoneri dovranno avere una nuova "pelle", possibilmente giovane.

Gianluigi Donnarumma


A prescindere dalla permanenza di Stefano Pioli in panchina e dal possibile arrivo di Ralf Rangnick, anche come supervisore del tecnico parmense ex Inter e Fiorentina, la strada è tracciata. Via i calciatori in avanti con l'età e con ingaggi non sostenibili per le casse milaniste in sofferenza, ora chiamate ad affrontare anche la crisi economica post Coronavirus. Oltre al probabile addio di Zlatan Ibrahimovic, a cui non verrà rinnovato il contratto in scadenza a giugno, può arrivare anche un'altra separazione. Dolorosa, ma forse necessaria.

Alessio Cragno

Si tratta di Gianluigi Donnarumma, portiere titolare del Milan perfettamente all'interno dei nuovi canoni rossoneri per età, ma non per ingaggio. E il suo contratto in scadenza a giugno 2021, unite alle difficoltà del rinnovo, stanno spingendo la società nell'ordine di idee di cedere il classe 1999. Si parla di una cifra che non potrà superare i 50 milioni di euro, ma che comunque darebbe aria ai conti e permetterebbe di ingaggiare il sostituto. Il nome entrato nella lista di mercato di Ivan Gazidis è quello del portiere del Cagliari Alessio Cragno, tornato a difendere la porta rossoblù dopo un lungo infortunio alla spalla.

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo del Milan e della Serie A!

Il nostro obiettivo è quello di creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano interagire tra loro sulla base di interessi e passioni comuni. Per migliorare l’esperienza della nostra community abbiamo sospeso temporaneamente i commenti agli articoli.