Milan, Pioli: "Semifinale meritata, abbiamo ritrovato Rebic. La Juve non è imbattibile"

90min Italia

Segui 90minsu Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo del Milan e della Serie A!

Il ​Milan è riuscito a ottenere l'accesso alla semifinale di Coppa Italia grazie al 4-2 sul Torino, ottenuto ai supplementari. Stefano Pioli, tecnico rossonero, ha parlato nel post-partita ai microfoni di Rai Sport, queste le sue parole:


Ismael Bennacer,Stefano Pioli


Sulla partita:

“Una bellissima partita. Abbiamo giocato bene, non meritavamo di essere in svantaggio nella ripresa. Dovevamo chiudere il primo tempo con un bottino superiore. La squadra ha uno spirito incredibile, mette in campo tanta generosità. Abbiamo passato un turno difficile ma meritatamente”, riporta MilanNews.


Su Rebic: 

“Ha fatto un’altra ottima prestazione. Sa strappare e lavorare per la squadra. E ha giocate di qualità. È un giocatore ritrovato”.


Su Calhanoglu:

“Ho tanti giocatori disponibili, l’importante è essere squadra, poi le qualità dei singoli possono aiutarci a vincere le partite”.


Sui troppi gol subiti in casa: 

“Nelle altre gare abbiamo concesso qualcosa di troppo, stasera abbiamo concesso al Toro il minimo indispensabile. Sul primo gol subito c’è stata una disattenzione. Abbiamo concesso poco, la squadra è stata compatta e ha lavorato bene. Sono molto contento anche per l’intensità che ci ha messo e per la qualità. Stasera abbiamo creato tante occasioni da gol”.


Sui tanti giocatori offensivi a disposizione:

“Non possiamo giocare con cinque attaccanti, già quattro sono tanti. L’importante è entrare con l’approccio giusto e con equilibrio. Le partite si possono risolvere anche con i giocatori che entrano a gara in corso, ho tante soluzioni. Stiamo tirando tantissimo in porta, dobbiamo limare quelle situazioni che a volte ci vedono poco compatti. Possiamo essere più efficaci”.

FBL-ITA-CUP-AC-MILAN-TORINO


Su Piatek:

“Credo nei giocatori che ho a disposizione. Ci sta un momento di calo. Ma dobbiamo continuare a lavorare bene, la stagione è lunga”.


Sulla semifinale con la Juve: 

“Affronteremo la squadra più forte d’Italia, ma non è imbattibile. Ora pensiamo al campionato. Rimaniamo concentrati e pensiamo a una partita per volta”.