Milan, Plizzari e l’attesa per la grande chance: la scelta sul futuro passa dai Donnarumma

Alessandro Cosattini

Grande traffico sulla linea di porta del Milan. La stagione è cominciata con Gigio Donnarumma e Antonio Donnarumma come primo e terzo portiere, con Pepe Reina da secondo; a metà stagione, lo spagnolo ha scelto l’Aston Villa per giocare da titolare e in rossonero è approdato Asmir Begovic in prestito (scadrà a fine stagione, ma rientrerà Reina appunto). Senza dimenticare Alessandro Plizzari, spettatore interessato dei movimenti di casa Milan riguardanti i portieri.


A LIVORNO - In prestito al Livorno fino al termine della stagione, Plizzari sta vivendo la seconda esperienza lontano da Milanello dopo quella alla Ternana di due anni fa e il ritorno nella Primavera rossonera dell’anno scorso. Il classe 2000 e il Milan la scorsa estate hanno deciso per il prestito in Toscana, ma la stagione del Livorno è stata nettamente al di sotto delle aspettative. Non quella di Plizzari, che è partito alle spalle di Lukas Zima per poi diventare il portiere numero uno della squadra dal 30 novembre in poi. A qualche bella prestazione, il giovane estremo difensore ha alternato alcuni errori in un percorso che vuole terminare da protagonista, prima di tornare a Milanello. Gli alti e bassi non preoccupano, anzi: il Milan è contento della continuità trovata in stagione da Plizzari e lo aspetta a Milanello prima dell’inizio della prossima annata.

IL FUTURO - Le valutazioni sul futuro del baby portiere - sotto contratto coi rossoneri fino al 2023 - sono già in corso. Tornerà alla base, come detto, poi dipenderà molto dalle scelte della società e in particolare dai fratelli Donnarumma. I dialoghi tra Mino Raiola, agente di Gigio, e il Milan sono in corso, ma al momento non c’è l’intesa per il rinnovo. Si tratta e si continuerà a farlo; in ballo c’è anche il futuro di Antonio e dunque potrebbero liberarsi addirittura due posti. È tutto da vedere, Plizzari lo sa ed è vigile sulla situazione. Non per tornare ed essere da subito titolare nel Milan, ma in attesa di una grande chance. Dopo l’esperienza a Livorno, Plizzari vuole una prima maglia in un club che dalla Serie B punti con decisione alla promozione in Serie A o anche un posto da numero 12 in un club della massima divisione, per confrontarsi con realtà nuove. E fare esperienza, in attesa di una chance al Milan, che continua a monitorarlo con grande attenzione e soprattutto fiducia.