Milan, pressing su Belotti: no del Torino a 50M più Cutrone

Doppio successo per la SPAL, Empoli batte Eintracht Francoforte, solo un pari per l'Udinese. Fiorentina ok contro l'Heracles.

In attesa di sapere quali saranno i vincoli imposti dall'UEFA, il Milan non molla la presa su Andrea Belotti, centravanti considerato ideale dalla dirigenza per l'attacco rossonero. Secondo quanto riporta 'Tuttosport' il club di Via Aldo Rossi avrebbe lanciato una nuova offensiva per 'Il Gallo' in occasione della finale di Coppa Italia Primavera giocata con il Torino al Filadelfia.

In quella occasione, infatti, il D.s. rossonero Massimiliano Mirabelli avrebbe notificato ai vertici granata l'ultima offerta per il bomber: 50 milioni di euro più il cartellino a titolo definitivo di Patrick Cutrone, giocatore gradito al D.s. granata Gianluca Petrachi, che già in passato aveva pensato a lui proprio come vice-Belotti.


Dai 50 milioni in verità andrebbero scalati i 12 che i granata devono ancora versare per il riscatto obbligatorio di Niang, ma considerato che la valutazione di Cutrone oscilla fra i 15 e i 20 milioni, quella avanzata dal Milan resta una proposta importante.

Il club granata, tuttavia, l'ha rispedita al mittente: il presidente Cairo vuole tenerlo per costruire attorno a lui una squadra più forte. C'è sempre la clasuola da 100 milioni valida per l'estero: se un club straniero si presentasse con questa cifra, ovviamente Belotti andrebbe via.


È probabile che una simile cifra varrebbe il via libera anche per un club italiano, ma di sicuro il Milan non intende svenarsi a tal punto, anche in considerazione delle problematiche legate al fair play finanziario dell'UEFA.

Belotti resta tuttavia l'obiettivo numero uno per i rossoneri in attacco e il pressing sul giocatore continua: quella del 'Gallo' potrebbe diventare una delle telenovele del prossimo calciomercato estivo.