Milan-Roma, è derby americano: dai giovani allo stadio, la filosofia di Elliott è un modello per i Friedkin

·1 minuto per la lettura

Il Milan e la Roma, questa sera, chiuderanno la quinta giornata di Serie A. Due squadre che stanno bene, e lo hanno confermato nell’impegno europeo infrasettimanale, due squadre che hanno chance importanti: Ibra e compagni possono andare a più 4 sulla seconda in classifica, Dzeko e soci accorciare proprio sui rossoneri, superare la Juventus e raggiungere l’Inter a 10 punti. Ma Milan-Roma non è una sfida solo di campo, o solo tra i due giganti dell’attacco. No, c’è altro, con sfondo a stelle e strisce.

MODELLO - Sì: due proprietà americane che si sfidano. E si stimano. Elliott ha in mano il futuro del Milan, i Friedkin invece sono subentrati a Pallotta e, come scrive il Corriere della Sera, guardano alla gestione rossonera come modello. Giovani di talento, qualche leader esperto, una gestione finanziaria sostenibile, uno stadio di proprietà: questo il piano di Elliott che sta prendendo forma, dopo due anni non semplici; questo il piano che vogliono portare avanti i nuovi proprietari giallorossi (col Cda che ieri ha votato un aumento di capitale da 210 milioni entro il 31 dicembre 2021). Avversari ma d’ispirazione: Milan-Roma è anche questo.