Milan-Sampdoria, le pagelle: Calhanoglu illumina la scena

Nel Milan ampiamente promossi Calabria, Bonaventura, Suso e Calhanoglu. Nella Sampdoria bene Viviano, deludono Murru e Zapata.

MILAN

DONNARUMMA 6: Spettatore non pagante per larghi tratti del match.

CALABRIA 7: La macchia di Udine è già alle spalle, il cross di prima per il goal di Bonaventura è la chicca in una partita giocata ad alti livelli.

BONUCCI 6,5: Guida la linea difensiva con la consueta autorità, il VAR gli annulla quella che sarebbe stata la ciliegina su un’ottima prova.

ROMAGNOLI 6,5: Dalle sue parti non si passa, l’intesa con Bonucci è un ottimo segnale anche per il ct Di Biagio, spettatore interessato della sfida.

RODRIGUEZ 5: Fallisce il rigore del possibile 1-0 in avvio e sembra patirne le conseguenze, giocando col freno a mano tirato.

MONTOLIVO 6: Non ha la fisicità e il passo di Kessié ma interpreta il ruolo di mezzala con efficacia. (85’ LOCATELLI sv)

BIGLIA 6,5: Ancora una buona prova per l’argentino, schermo prezioso davanti alla difesa.

BONAVENTURA 7: Dopo aver cambiato tanti ruoli in carriera sembra aver trovato la sua dimensione da mezzala con ‘licenza di uccidere’: 5° goal per lui dall’arrivo di Gattuso.

SUSO 7: E’ ispirato, regala effetti speciali nell’uno contro uno e con il suo sinistro fatato, risultando uno dei migliori in campo.

CUTRONE 5,5: L’uomo del momento non riesce stavolta a lasciare lo zampino, chiuso nella morsa dei due centrali blucerchiati. (73’ ANDRE’ SILVA 6: Entra con maggior determinazione rispetto alle ultime gare, strappando anche gli applausi di San Siro per un paio di giocate ‘cattive’)

CALHANOGLU 7: La gamba va, la testa è libera e il turco dimostra ancora una volta di avere tutte le carte in regola per onorare il 10 che porta sulle spalle.

SAMPDORIA

VIVIANO 6,5: Respinge con un grande intervento il rigore di Rodriguez ma non può nulla in occasione della rete di Bonaventura.

BERESZYNSKI 5,5: Spesso infilato in inferiorità numerica dall’asse Calhanoglu-Bonaventura-Rodriguez, tiene botta come può.

SILVESTRE 6,5: Ferma Cutrone d’esperienza, confermandosi uno dei difensori più affidabili della Serie A.

FERRARI 6: Attento, cattivo il giusto, insieme a Silvestre tiene a bada Cutrone.

MURRU 5: Serata difficile per l’ex terzino del Cagliari, ‘ubriacato’ dall’imprendibile Suso.

LINETTY 5,5: Non ha la qualità di Praet e stavolta il dinamismo non è sufficiente.

TORREIRA 5,5: Se la Samp costruisce poco è anche per la prestazione opaca del centrocampista uruguaiano.

BARRETO 5: Perde d’occhio Bonaventura in occasione dell’1-0, disattenzione pagata a caro prezzo dai blucerchiati. (55’ VERRE 5,5: Il suo ingresso non aggiunge spessore al centrocampo doriano)

RAMIREZ 5: Non riesce a innescare le punte nè a schermare la prima costruzione di gioco dei rossoneri. (72’ KOWNACKI 6: Tocca pochissimi palloni, non ha occasioni per mettersi in evidenza)

QUAGLIARELLA 5,5: Prestazione insufficiente anche del capitano doriano, mai pericoloso dalle parti di Donnarumma.

ZAPATA 5: Non fa sentire il suo peso in attacco, privando la Samp di uno dei suoi riferimenti offensivi. (55’ CAPRARI 5,5: Sciupa nel finale la più nitida palla-goal per la Samp).