A Milano è ‘zona gialla’, mattinata “regolare” sui mezzi pubblici

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 26 apr. (askanews) - Mattinata "tranquilla e regolare" sui mezzi pubblici di Milano con la capienza del Tpl limitata al 50% nella prima giornata di 'zona gialla'. Da Atm fanno sapere che nelle stazioni della metropolitana e sui mezzi di superficie "non ci sono state criticità rilevanti" anche se è stato registrato un movimento maggiore di persone rispetto alle scorse settimane.

Nel dettaglio, per alcuni minuti sono stati chiusi per raggiunto limite di posti disponibili i tornelli di ingresso delle più grandi stazioni metro della città - come Garibaldi, Cadorna, Centrale e Loreto - come effetto dello "stop and go" attivo ormai da tempo a Milano e che scatta "quotidianamente".

Per i ragazzi a scuola, Atm ha assicurato una ventina di navette in più dedicate per un totale di 120 scuolabus attivi che fanno la spola con 32 istituti della città.

"Il sistema della mobilità deve funzionare anche con il limite al 50%", ha sottolineato in un video sui social l'assessore del Comune alla Mobilità, Marco Granelli. "Con Atm abbiamo potenziato al massimo i servizi, ci interessa soprattutto chiedere ai cittadini di aiutarci a diluire gli orari. La fascia più critica è quella tra le 8 e le 9 del mattino: dobbiamo riuscire a utilizzare il mezzo pubblico prima delle 8 e dopo le 9 perché abbiamo tanti mezzi in quegli orari e c'è meno gente", ha concluso.