Milano, 142 gallerie da 19 Paesi per Miart dal 17 al 19 settembre

·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 16 set. (askanews) - Dal 17 al 19 settembre 2021 torna Miart, la fiera internazionale d'arte moderna e contemporanea di Milano organizzata da Fiera Milano, giunta alla sua venticinquesima edizione e diretta per il primo anno da Nicola Ricciardi. È prevista la presenza di 142 le gallerie, provenienti da 19 Paesi oltre all'Italia, tradizionalmente divise in cinque sezioni (Established Contemporary, Established Masters, Emergent, Decades, Generations), che presenteranno nei padiglioni di fieramilanocity_MiCo opere di artisti contemporanei affermati, maestri moderni e giovani emergenti.

Un percorso ricco di dialoghi, scoperte e riscoperte dai primi del Novecento alle creazioni delle ultime generazioni, miart mantiene così il suo carattere internazionale confermandosi un appuntamento il cui elemento distintivo è l'ampia offerta cronologica. La fiera, prima in Italia a tornare nella sua versione in presenza, sarà affiancata da Miart digital, una piattaforma digitale che, attraverso la suddivisione in aree tematiche, permetterà di arricchire l'esperienza dei visitatori con contenuti multimediali originali e offrirà l'opportunità al pubblico di tutto il mondo che non potrà essere fisicamente presente di esplorare le opere esposte ed entrare in dialogo immediato con i galleristi.

Miart digital permetterà, inoltre, un collegamento web diretto con Investec Cape Town Art Fair, la fiera d'arte sudafricana organizzata da Fiera Milano che si svolgerà, esclusivamente in digitale, durante gli stessi giorni di Miart (17 - 19 settembre 2021, preview su invito 15 - 16 settembre). Quest'anno Miart rivolge una particolare attenzione alla parola poetica - interpretata come forma di linguaggio universale - a partire dal titolo scelto per accompagnare l'edizione 2021: Dismantling the silence, dall'omonima raccolta di versi del poeta statunitense di origine serba Charles Simic, a cinquant'anni dalla sua pubblicazione.

Questo interesse è stato declinato in una serie di iniziative pensate per valorizzare nuovi dialoghi tra passato e presente, storia e sperimentazione, e promuovere lo sbocciare di nuove forme di comunicazione tra tutti i soggetti che da sempre animano la fiera milanese. Dopo il progetto editoriale And Flowers / Words che, negli scorsi mesi, ha messo in dialogo numerose personalità del mondo artistico e culturale italiano attorno al tema della poesia, Miart presenta ora Starry Worlds, un'inedita proposta che trae ispirazione dalla poesia For Memory (1981) della poetessa e intellettuale americana Adrienne Rich (1929 - 2012) - e in particolare dai versi: Putting together, inch by inch | the starry worlds.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli