Milano, aereo da turismo si schianta a San Donato: tutti morti gli 8 passeggeri

·3 minuto per la lettura
Milano, l'area in cui si è schiantato l'aereo (Photo by Piero Cruciatti/Anadolu Agency via Getty Images)
Milano, l'area in cui si è schiantato l'aereo (Photo by Piero Cruciatti/Anadolu Agency via Getty Images)

Un aereo da turismo decollato da Linate e diretto a Olbia, in Sardegna, si è schiantato nei pressi della fermata della metropolitana di San Donato Milanese domenica 3 ottobre. 

Le vittime 

Tutte le persone a bordo del velivolo sono morte, secondo quanto riferito dall'Agenzia per le emergenze e urgenze (Areu). Il proprietario e pilota del mezzo era Dan Petrescu, uno dei principali investitori nel settore immobiliare in Romania. A bordo anche la moglie e il figlio di Petrescu. C'erano poi due italiani, e cioè il manager pavese Filippo Nascimbene e il figlio di poco più di un anno, la moglie di Nascimbene, di nazionalità francese, e sua madre. L’ottava vittima è Julien Brossard, amico canadese di Dan Stefan Petrescu.

L'Areu ha fatto sapere che non ci sono altre persone coinvolte nell'incidente. Il velivolo, un PC-12, è infatti precipitato su un edificio vuoto in ristrutturazione in via 8 settembre 2001, nel comune di San Donato Milanese. Lo schianto ha provocato un incendio che ha coinvolto la struttura e le auto sottostanti.

VIDEO - Una gru crolla su un palazzo, paura nel milanese

Il racconto dei testimoni

Secondo alcuni testimoni, come si legge su Sky TG24, "l'aereo aveva un motore in fiamme ed è venuto giù in picchiata, non si sono viste manovre, ma è proprio precipitato". "Abbiamo prima sentito come un rombo provenire dall'alto. Poi abbiamo sentito un’esplosione, sembrava una bomba, e la terra che tremava" ha raccontato all’Adnkronos Mina Ishak, titolare di una pizzeria nei pressi dell'incidente. E ancora: "Ho sentito le eliche che si fermavano, poi ho sentito le finestre tremare e, come nei film, sono andato alla finestra e ho visto una colonna di fumo alzarsi", ha detto un altro ragazzo.

Il procuratore aggiunto: "Aperto un fascicolo per disastro colposo"

L'Agenzia nazionale per la sicurezza del volo (Ansv) ha aperto un'inchiesta sull'incidente e disposto l'invio di un investigatore sul posto. Secondo quanto ricostruito dall'agenzia, "il velivolo PC-12 marche di identificazione YR-PDV, era decollato da Linate alle 13:04 con destinazione Olbia. L'aereo ha colpito un edificio stabile e si è incendiato".

Il procuratore aggiunto di Milano, Tiziana Siciliano, giunta sul posto per i rilievi, ha dichiarato: "Non risulta un allarme, però un'anomalia è stata segnalata dalla torre. Adesso bisogna verificare di che cosa si tratta. È ancora tutto da accertare, ci sono delle immagini video che sono state già recuperate". 

Sull'incidente "verrà aperto un fascicolo per disastro colposo", ha spiegato il procuratore aggiunto. Per la dinamica invece "è ancora un pochino presto. Sì è capito che il volo di questo velivolo privato è stato seguito fino a un certo punto, poi è apparsa un'anomalia sulle tracce radar e infine l'aereo è precipitato". Poi ha aggiunto: "Nei video si vede la fiammata al momento dell'impatto. Ora dobbiamo acquisire anche tutta la documentazione necessaria per ricostruire la dinamica del disastro. Al momento è troppo presto per qualsiasi ipotesi". 

VIDEO - Tragedia a Capri, precipita un pulmino

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli