Milano: affitto immobili Comune, concessa cessione credito d'imposta

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Milano, 21 mag. (Adnkronos) – Fino al 15 giugno sarà possibile per i locatari di immobili gestiti direttamente dal Comune di Milano cedere il proprio credito d’imposta all’amministrazione come pagamento dei canoni di locazione o concessione. Lo ha deciso l'amministrazione comunale.

Si tratta di una misura prevista dal cosiddetto “Bonus Affitti” inserito nel Decreto Rilancio del Governo a cui il Comune di Milano ha aderito per andare incontro alle esigenze finanziarie di molti locatari. "Si tratta di una scelta operata a favore di categorie in difficoltà", afferma l’assessore al Bilancio e Demanio Roberto Tasca. "Con la cessione del credito d’imposta avremo una misura di aiuto in più che si somma alla dilazione e alla rateizzazione dei pagamenti dei canoni decisa dalla giunta già nei mesi scorsi. Abbiamo predisposto l’intervento, in coordinamento con l’approvazione del Bilancio preventivo, per ampliare gli strumenti a supporto dei soggetti in difficoltà”.

Gli affittuari degli immobili comunali (ad eccezione di quelli gestiti da MM o da privati) potranno concordare con il Comune il pagamento del 40% del canone previsto e la cessione del 60% del credito di imposta. La richiesta di cessione del credito può essere riferita alle mensilità 2020 non ancora pagate ad eccezione dei mesi di gennaio, febbraio, agosto e settembre che, secondo la normativa vigente, non possono essere proposti. I tempi dell’intervento devono consentire al Comune di poter usufruire a sua volta del credito ceduto, evitando rischi di danno erariale.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli