Milano, africano arrestato: voleva uccidere un 16enne a coltellate

arresto milano

Giorgio, un 16enne residente a Milano, aveva per davvero rischiato la vita lo scorso 13 marzo 2019. E’ riuscito a cavarsela grazie a qualche anno di boxe: coi riflessi pronti ha evitato delle pugnalate al torace che sarebbero state quasi sicuramente fatali. Il ragazzo era stato aggredito dal 21enne Cosu Sane, di origini gambiane: dopo averlo inseguito in zona Niguarda, l’aggressore si era scagliato su Giorgio prendendolo prima a pugni.

Milano, africano arrestato dopo un’aggressione

«Sei un bastardo! Allah è stato buono con me e lo ringrazio. Stasera ti ammazzo!». Queste le urla di Cosu Sane, il 21enne che già “vantava” alcuni precedenti penali per ricettazione e droga. Non era mai stato arrestato. E anche dopo l’aggressione al giovane Giorgio, l’arresto ha tardato di ben quattro mesi perché l’aggressore non era stato colto in flagranza di reato. Aveva provato a ucciderlo con un coltello a serramanico lungo 22 cm ma il ragazzo milanese era riuscito a schivarne i colpi. Cosu Sane lo aveva inseguito mentre Giorgio camminava insieme a un suo amico in zona Niguarda verso le 23:00.

I due ragazzi, allarmati, avevano cercato di seminare il giovane di origini gambiane nascondendosi anche dietro un veicolo, ma l’aggressore era riuscito a individuarli. Nel tentativo di scappare, i due amici si erano allora divisi e Sane aveva preso di mira Giorgio. Dopo l’aggressione, il giovane era riuscito a raggiungere una pizzeria e a chiedere aiuto. Era stato immediato l’intervento del 112 che aveva portato Cosu Sane in Questura. Il magistrato lo aveva poi rimesso in libertà ma al giorno d’oggi il 21enne è stato arrestato.