Milano, aggredisce militare e urla "Allah Akbar": arrestato

fcz

Milano, 17 set. (askanews) - Ha aggredito un militare alle spalle con un paio di forbici e, al momento di essere bloccato e immobilizzato dai carabinieri, ha urlato "Allah Akbar". Le manette sono scattate ai polsi di uno straniero che, al momento, che non è stato ancora identificato: gli investigatori dell'Arma stanno effettuando accertamenti nel tentativo di dare un nome e un cognome all'aggressore e soprattutto per verificare possibili suoi legami con ambienti terroristici.

L'aggressione è avvenuta poco prima delle 11.00 di questa mattina in Piazza Duca d'Aosta, davanti alla Stazione Centrale. La vittima, un caporale maggiore dell'esercito di 34 anni impegnato nel servizio "Strade sicure", stava perlustrando la zona insieme a 5 colleghi quando l'uomo lo ha sorpreso alle spalle sferrangogli alcuni colpi di forbice all'altezza della schiena e della gola. Le sue condizioni non sono gravi: ha riportato alcune ferite superficiali ed è stato trasportato in codice verde all'ospedale Fatebefratelli. Immediato l'intervento dei colleghi del militare che, insieme ad alcuni carabinieri che stavano pattugliando l'area, hanno subito immoblizzato e ammanettato l'aggressore. Sulla vicenda indagano i carabinieri della Compagnia Duomo.