Milano, al Trivulzio positivi 64 dipendenti pari al 12%

fcz-mlo
·1 minuto per la lettura

Milano, 5 nov. (askanews) - Focolaio di Coronavirus tra il personale del Pio Albergo Trivulzio, la più grande casa di riposo di Milano già travolta da un boom di contagi nella fase più critica della prima ondata. Secondo quanto emerge dall'attività di screening avviata alla Baggina nella settimana compresa tra il 27 ottobre e il 2 novembre, dei 551 tamponi processati tra dipendenti della 'Baggina', sono 64 quelli che hanno dato esito positivo. In termini percentuali, quasi il 11,6% del totale. I casi negativi sono 467, mentre 20 dipendenti del Pat che si sono sottoposti al test del tampone sono ancora in attesa di ricevere l'esito. Situazione migliore tra i pazienti della casa di risposo, dove nel periodo preso in esame 7 tamponi che hanno dato esito negativo (1 nella Rsa e 6 nella sezione cure intermedie). Tra i negativi anche 45 pazienti che in un primo momento erano risultati falsi positivi e che hanno dovuto ripetere il test.