Milano: al via Cities4Csr su responsabilità sociale d'impresa

Lzp

Milano, 23 set. (askanews) - I comuni europei insieme per individuare le strategie migliori per incoraggiare, influenzare e sostenere le azioni del settore privato nelle attività legate alla responsabilità sociale di impresa per orientarle su attività necessarie alla città. È lo scopo del progetto europeo CITIES4CSR - Comprehensive municipal strategies to foster and stimulate corporate responsibility in urban areas, finanziato dal programma URBACT III.

Il primo incontro transnazionale di CITIES4CSR si terrà a Milano e coinvolgerà circa 35 partecipanti internazionali provenienti dai nove comuni partner: la Municipalità di Sofia (Bulgaria), il Comune di Vraca (Bulgaria), la Municipalità di Kekava (Lettonia), la città di Fiume (Croazia), la città di Guimarães (Portogallo), il Comune di Molina de Segura (Spagna), il Comune di Budaörs (Ungheria), la città di Bratislava (Slovacchia) e Nantes Métropole (Francia).

Durante questa tre giorni, che comincia oggi e durerà fino a mercoledì, il Comune di Milano, capofila del progetto, organizzerà per le nove città "alleate" in questa sfida una serie di visite e presentazioni in aziende la cui Corporate Social Responsibility ricade sul territorio milanese presentando progetti come Ruben di Fondazione Pellegrini e l'intervento di urbanistica tattica in via Venini sponsorizzato dall'azienda scandinava Vestre. Le partnership, locali e transnazionali, mirano allo scambio e alla condivisione di esperienze e competenze tra le città europee per produrre dei piani d'azione integrati che potranno essere applicati, a livello locale, dalle città partecipanti.

Il progetto si articola in due fasi: durante la prima, che durerà sei mesi (da settembre 2019 a marzo 2020), saranno istituiti dei gruppi di lavoro a livello locale, si organizzeranno degli incontri transnazionali di scambio di buone pratiche tra le città della rete per elaborare uno studio preliminare sul ruolo dei comuni nell'influenzare l'impatto sociale delle imprese locali. Durante la seconda fase, della durata di 24 mesi (da maggio 2020 a maggio 2022), la rete consoliderà le proprie attività attraverso l'organizzazione di eventi di scambio e confronto tra le città, volti alla definizione di piani di azione integrati e all'elaborazione di raccomandazioni per altre città interessate alla tematica progettuale.