Milano, anche Gallera in piazza: "Vergognoso attacco a Lombardia"

webinfo@adnkronos.com

C'è anche Giulio Gallera, assessore lombardo al Welfare, tra i partecipanti alla manifestazione organizzata dal centrodestra a Milano. In un video, pubblicato sul Corriere.it, Gallera "ringrazia infermieri ai medici che dalle altre regioni e dal mondo sono venuti qua e ai tanti che hanno solidarizzato con noi", ma sottolinea "con forza che è vergognoso l'attacco alla Lombardia e al suo sistema sanitario", oggetto di "campagna di odio e di fango inaccettabile".  

Gallera parla di "orgoglio lombardo per quello che abbiamo fatto in tanti anni, per quello che abbiamo costruito sulla sanità e sull'economia" per "un popolo che non si arrende e riparte". Ricordando l'emergenza coronavirus che in particolare ha colpito la Lombardia, rimarca che "abbiamo agito e ho agito in momenti convulsi, drammatici, in cui l'unico obiettivo era di salvare la vita alle persone. Noi siamo compatti per difendere il nostro modello".  

"Una giornata particolare che ha visto il centrodestra scendere in piazza per rivendicare con orgoglio il sistema Lombardia con le sue eccellenze, la sua capacità di resistere anche alle prove più dure e la sua determinazione nel ripartire". Così l'assessore lombardo, sulla sua pagina Facebook, descrive la manifestazione in piazza Duomo in cui "sono stato letteralmente travolto dall’affetto e dal sostegno di centinaia di lombardi che mi hanno ringraziato e spronato ad andare avanti e a non lasciarmi condizionare dalle strumentalizzazioni e dalla macchina del fango scatenata contro di noi".  

Per Gallera "sapere che così tante persone hanno capito e sono solidali è di grande conforto: noi non molliamo e non molleremo, i lombardi sono dalla nostra parte e noi siamo pronti a ripartire per continuare ad essere la locomotiva dell’Italia ed il sistema sanitario di maggiore qualità ed attrattività. Sono già riprese in maniera consistente le prenotazioni di visite ed operazioni da parte dei cittadini di altre regioni".