Milano Anni ’60, la mostra a Palazzo Morando: orari e biglietti

mostra milano anni 60 palazzo morando

Nella prestigiosa sede di Palazzo Morando, storica residenza patrizia di Via Sant’Andrea 6, nel cuore del Quadrilatero della Moda, avrà luogo un’imperdibile esposizione. La mostra “Milano – Anni 60” illustrerà infatti tutti gli aspetti di un decennio ruggente per il capoluogo lombardo. Lo slancio urbanistico, la sfrenata movida e gli albori dell’arte concettuale hanno caratterizzato la vita culturale e quotidiana milanese. In particolare, la mostra ne analizzerà tutti gli eventi chiave a partire dal concerto di Billie Holiday nel 1958 per finire con l’attentato dinamitardo in Piazza Fontana nel 1969.

“Milano – Anni ’60”: la mostra a Palazzo Morando

Da giovedì 7 Novembre 2019 a domenica 9 Febbraio 2020 si terrà nelle sale espositive di Palazzo Morando – Costume, Moda, Immagine, la mostra “Milano – Anni ’60”. Questo excursus storico milanese sarà dunque incentrato su uno dei decenni più controversi e interessanti di tutto il Novecento: gli anni Sessanta. Un momento di rinascita dopo gli orrori della guerra e i devastanti bombardamenti alleati del 1943. Ma anche un periodo ricco di contraddizioni: rivoluzione sessuale e rivendicazioni femministe, esteso benessere e lotte operaie, rampante urbanizzazione e speculazione edilizia. Tuttavia, se questo troverà sì spazio all’interno della mostra, saranno soprattutto i traguardi ottenuti dalla città di Milano a farla da protagonisti all’interno della mostra.

Le conquiste milanesi negli anni ’60

È negli anni ’60 che Milano è divenuta una delle capitali musicali europee, ospitando nel 1958 il concerto di Billie Holiday, nel 1965 quello dei Beatles e nel 1967 quello dei Rolling Stones. È negli anni ’60 che la città è divenuta sede di alcuni tra i più influenti artisti, designer e fotografi della seconda metà del Novecento, quali Lucio Fontana, Piero Manzoni, Marco Zanuso, Bob Noorda, Giorgio Lotti e Paolo Monti.

Ed è sempre negli anni ’60 che il capoluogo ha assistito ad una crescita urbanistica esponenziale. La creazione della metropolitana nel 1964 e la nascita dei nuovi quartieri di Comasina, Gallaratese, Gratosoglio, Olmi e Quarto Oggiaro ne sono esempi lampanti. Una crescita orizzontale in periferia ma più palesemente verticale in centro. Risale infatti agli anni ’60 anche l’edificazione di grattacieli come la controversa Torre Velasca, il Pirellone, la Torre Galfa, il Centro Direzionale e la Torre Servizi Tecnici Comunali.

Biglietti e orari di “Milano – Anni ’60”

Come anticipato, la mostra “Milano – Anni ’60” si terrà a Palazzo Morando – Costume, Moda, Immagine da giovedì 7 Novembre 2019 a domenica 9 Febbraio 2020. L’esposizione sarà aperta dal martedì alla domenica dalle 10:00 alle 20:00, e il giovedì l’orario di chiusura sarà spostato alle 22:30. In entrambi i casi, la biglietteria per poter accedere alla mostra chiuderà un’ora prima dell’orario di chiusura. Infine, il biglietto, comprendente l’accesso all’area espositiva, la visita guidata e il supporto audio, costa 18,00€ e il tour durerà mediamente 90 minuti.