Milano, arrestati presunti mandante e killer di Donato Carbone

Alp

Milano, 19 nov. (askanews) - I carabinieri hanno arrestato due pregiudicati di origine siciliana accusati dell'omicidio di Donato Carbone, l'ex imprenditore 63enne ucciso con almeno undici colpi esplosi con due pistole il 16 ottobre scorso all'interno del garage del palazzo dove abitava in via don Milani 17 a Cernusco sul Naviglio, nell'hinterland del capoluogo lombardo. All'origine del delitto ci sarebbe un giro di prestiti usurai.

Nei confronti dei due, presunti mandante ed esecutore materiale, i militari della Compagnia di Cassano d'Adda e del Nucleo investigativo del Comando provinciale di Milano hanno eseguito nelle provincie di Milano e Brescia un'ordinanza di custodia cautelare in carcere per omicidio aggravato in concorso, emessa dal gip di Milano su richiesta della locale procura.

L'Arma ha spiegato che, contestualmente agli arresti, sono stati eseguiti sei decreti di perquisizione.