A Milano arriva la cucina mobile: pasti caldi ai senzatetto

Red
·2 minuto per la lettura

Milano, 7 nov. (askanews) - A Milano arriva un nuovo servizio di cucina mobile destinato ai senzatetto della città. L'inziativa, lanciata da Fondazione Progetto Arca, sarà attiva dalla prossima settimana e accompagnerà le Unità di strada della onlus che da anni lavorano in rete con il Centro Aiuto Stazione Centrale del Comune di Milano nell'assistenza ai senza dimora che vivono in strada.

La Cucina Mobile consiste in un foodtruck dotato di fornelli, forno e bollitori, che seguirà le unità di strada di Progetto Arca, in particolare durante i mesi più freddi, consegnando ogni sera 120 pasti caldi cucinati al momento, per 5 giorni a settimana, con proposte diversificate per un apporto nutrizionale adeguato in termini di quantità e qualità. Insieme al pasto caldo, i volontari consegneranno ai senza tetto anche un sacchetto contenente cibi confezionati per gli altri due pasti (colazione e pranzo) della giornata successiva.

"Un'attività di cui la città ha bisogno - commenta l'assessore alle Politiche sociali Gabriele Rabaiotti - ora più che mai. Ci siamo già misurati con le difficoltà dell'emergenza, amplificate nel momento in cui le persone si trovano per strada, impossibilitate a proteggere se stesse e gli altri. Questa iniziativa migliora la qualità di un servizio che in città ha già raggiunto un buon livello di risposta, riuscendo a fornire un piatto caldo e una dieta più equilibrata ai senza dimora".

L'idea della cucina mobile nasce dall'esperienza maturata sul campo da operatori e volontari della Onlus nella fase più critica dell'emergenza sanitaria che ha imposto una chiusura forzata di numerosi servizi a sostegno delle persone fragili senza dimora. "Un pasto caldo, sano e buono è il primo passo verso una presa in carico più strutturata della persona fragile, avviandola poi a un recupero della sua vita", puntualizza Alberto Sinigallia, presidente di Fondazione Progetto Arca.