Milano, Barberis(Pd):Bernardo straparla, recupero Rogoredo riuscito

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 22 lug. (askanews) - "Abbiamo lavorato due anni sul tavolo della Prefettura tutti insieme, Comune e Regione in primis, per affrontare il tema del contrasto allo spaccio, il recupero del più alto numero di tossicodipendenti possibile, il ripristino della bellezza del parco di Porto di Mare per riconsegnarlo alla città. E ci siamo riusciti". Lo ha scritto in una nota Filippo Barberis, capogruppo del Pd nel Consiglio Comunale di Milano, in relazione alla dichiarazioni del candidato sindaco del centrodestra, Luca Bernardo, su Rogoredo.

"Bernardo - ha aggiunto - forse non sa nemmeno di che cosa sta parlando se paragona la situazione di oggi con quella di due anni fa e non rende giustizia a tutti gli operatori che si sono alternati notte e giorno per poter dare un contributo significativo. Le forze dell'ordine e la polizia locale, l'assessorato all'urbanistica e al verde con Italia Nostra e i volontari, le associazioni di quartieri e i comitati, la Ats, l'assessorato alle politiche sociali sia della Regione che del Comune, e tutte le realtà del privato sociale che insieme hanno lavorato per riportare i ragazzi verso percorsi di disintossicazione. E poi le indagini della magistratura, gli arresti, i pattugliamenti di tutte le forze dell'ordine che continuano ancora oggi".

"Nessuna battaglia è vinta al punto tale da non aver bisogno di un'attenzione costante. Affinchè il fenomeno non riprenda, la battaglia contro la droga è e deve essere continua, costante, determinata. Anche ora che si affacciano alla stazione di Rogoredo piccoli gruppi che vorrebbero tornare. Occorre tenere alta la guardia e per questo continuiamo a lavorare", ha concluso Barberis.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli