Milano, Bastoni(Lega): no lezioni da chi incontra destinatari Daspo

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 2 set. (askanews) - "Non accetto lezioni da chi è felice di incontrare balordi che istigano alla violenza e si prendono pure i Daspo". Lo ha scritto in una nota Max Bastoni, consigliere comunale e regionale della Lega, rispondendo alle parole del sindaco di Milano, Beppe Sala, dopo l'intervista rilasciata al Corriere della Sera dall'esponente del Carroccio. "Chi ora mi accusa e chiede spiegazioni al nostro candidato sindaco, Luca Bernardo, è proprio chi rivendica l'incontro con il rapper Rondo da Sosa, nome d'arte del 19enne Mattia Barbieri, destinatario oggi di un Daspo urbano per violenza" ha aggiunto Bastoni.

"Ai milanesi interessa di più un antifascismo fuori tempo massimo o un sindaco che incontra un personaggio con numerosi precedenti per istigazione a delinquere, lesioni personali, rissa, danneggiamento aggravato, appropriazione indebita, oltraggio ad un corpo politico, amministrativo o giudiziario, lesioni personali, minaccia e furto", ha proseguito Bastoni. "Milano capitale dei reati e Beppe Sala sono un'identità. Fuori il secondo, i reati saranno destinati a scomparire" ha concluso l'esponente della Lega.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli