Milano, Bastoni(Lega): protocollo su movida è spot elettorale

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 2 ago. (askanews) - "Sono anni che la Lega chiede interventi per impedire la vendita al dettaglio di alcolici nelle ore serali e più controlli e multe non solo in via Lecco ma in tutta la città. Farlo ora e limitarlo solo ad alcune zone non serve a nulla o forse è l'ennesimo spot elettorale a favore del sindaco uscente". Lo ha scritto in una nota Max Bastoni, consigliere comunale a Milano e regionale della Lega, in relazione l protocollo sottoscritto dal sindaco di Milano Beppe Sala e dal Prefetto Renato Saccone, per arginare i fenomeni di violenza e disturbo della quiete nei quartieri più frequentati durante la sera ovvero Navigli, Corso Como e Porta Venezia.

"L'incidenza dell'alcol sui fenomeni di violenza, come dall'altra parte la droga, incide enormemente sulla violenza a Milano. Ma non solo in alcuni quartieri, ma in tutta la città" ha proseguito Bastoni. "I gravi ritardi e l'inattività sulle occupazioni abusive, come in via Bolla o nell'ex macello di viale Molise, sono macchie indelebili sulla gestione della sicurezza della città. Nessuno ad ascoltare i cittadini, tranne noi della Lega" ha continuato Bastoni.

L'esponente del Carroccio ha infine evocato il sospetto che dietro a iniziative del genere si celi "l'aiuto che arriva a Beppe Sala, candidato sindaco in difficoltà, dalla Lamorgese che non contenta di aver trasformato i confini nazionali in porte girevoli, ora vuole gettare fumo negli occhi ai milanesi".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli