Milano Bicocca: un algoritmo per preservare le acque delle Alpi

Lme

Milano, 13 giu. (askanews) - Un algoritmo pu contribuire a preservare gli ecosistemi acquatici alpini, soprattutto in corrispondenza delle zone in cui si registra un'elevata affluenza turistica. A svilupparlo stato un gruppo di ricercatori di Ecotossicologia dell'Universit degli studi di Milano-Bicocca. Lo studio, dal titolo "Environmental risk classification of emerging contaminants in an alpine stream influenced by seasonal tourism" stato pubblicato su "Ecological Indicators".

Attraverso l'algoritmo messo a punto dai ricercatori, possibile prevedere la concentrazione di contaminanti emergenti, quali farmaci e prodotti per la cura della persona, che attraverso gli scarichi dei depuratori, raggiungono i torrenti a valle. I depuratori localizzati sulle Alpi, infatti, si ritrovano spesso a dover scaricare direttamente nei fiumi, non essendo stati progettati per gestire un'elevata produzione di reflui, che si verifica soprattutto durante la stagione invernale con un maggiore afflusso turistico. Durante l'inverno, la diluizione nei fiumi e nei torrenti pi bassa, a causa della prevalenza di precipitazioni nevose tipiche delle localit di alta montagna che ne abbassano la portata. Minore la diluizione nelle acque, maggiore sar la concentrazione degli inquinanti.