Milano, Bonini(Cgil): fiducioso su soluzione per asili e nidi

Asa

Milano, 23 lug. (askanews) - Il segretario generale di Cgil Milano, Massimo Bonini, "fiducioso" sulla possibilit di trovare una soluzione che garantisca un posto a settembre a tutti i 30mila bambini che vengono accolti ogni anno tra scuole dell'infanzia e nidi comunali. Lo ha detto dopo aver partecipato stamani, insieme a Vincenzo Cesare della Uil e Carlo Gerla della Cisl, all'incontro convocato a Palazzo Marino dal sindaco Giuseppe Sala. Al tavolo si parlato di organico, gestione degli spazi e procedure di sicurezza. Si sono sedute anche l'assessora all'Educazione e Istruzione Laura Galimberti e l'assessora alle Risorse Umane Cristina Tajani che ha annunciato l'assunzione entro settembre di 100 educatrici.

" andata bene - ha osservato Bonini - perch c' comunione di intenti, cio quella di riportare i bambini nelle scuole e negli asili nido a settembre. Noi per abbiamo posto il tema che per fare questo necessario ragionare su delle assunzioni, come fatto tra l'altro in tante altre diverse realt. Un impegno in questo senso c' stato, noi abbiamo chiesto uno sforzo aggiuntivo". Il Comune ha infatti ricordato le 900 assunzioni di profili educativi fatte dall'inizio del mandato e le 100 in cantiere per settembre. Queste ultime, evidenzia per Bonini, sono educatrici che vanno a sostituirne altrettante in uscita. "Quello che conta invece l'impegno per ulteriori assunzioni, non ancora quantificate perch mancano indicazioni precise sul numero di bambini per ogni educatrice e su questo occorre che Governo e Regione Lombardia battano un colpo".

Si parla nel frattempo di sezioni con un numero di bambini variabile tra 25 e 22. Luned pomeriggio il confronto tra Comune e rappresentanti dei lavoratori continuer con un tavolo al quale parteciperanno i sindacati di categoria. Di certo contribuisce all'ottimismo anche l'esperienza dei centri estivi. "Ci dice che ce la si pu fare e ci dice che si possono anche fare i test sierologici. Anche su questo il Comune ha preso un impegno. Certo nei centri estivi il rapporto tra educatore e bambini di uno a cinque, ma sarebbe sbagliato replicarlo. La discussione si basa comunque su un'esperienza in pi". Quanto agli spazi aggiuntivi che garantiscano il distanziamento per Bonini il Comune si sente "sufficientemente a posto, non siamo di fronte a una situazione drammatica" anche se molto dipende dalle scelte che faranno Governo e Regione Lombardia.

Il nostro obiettivo è quello di creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano interagire tra loro sulla base di interessi e passioni comuni. Per migliorare l’esperienza della nostra community abbiamo sospeso temporaneamente i commenti agli articoli.